Successo per lo sciopero dei lavoratori ferrovieri di RFI e di Trenitalia Divisine Cargo

LE OO.SS Regionali Calabria Filt-Fit-Uilt-Ugl-Fast-Orsa  evidenziano la grande partecipazione  dei lavoratori ferrovieri di RFI  e di Trenitalia Divisine Cargo all’odierno Sciopero Regionale.

Lo sciopero ha registrato la partecipazione  del 100%  in tutti gli impianti regionali della Divisione Cargo e dell’80%  della circolazione e manutenzione infrastrutture di RFI.

Tale dato rafforza le ragioni e la determinazione del Sindacato che ha dovuto far fronte nella giornata di ieri 8 Febbraio  ad un pretestuoso tentativo dell’impresa FS con la richiesta ai Prefetti,  a far sospendere per ragioni di calamità (art.8 Lg 146/90) lo sciopero già proclamato.

Un tentativo estremo e non riuscito tant’è che la giornata di oggi è trascorsa serenamente .

 Il Sindacato ed i ferrovieri calabresi  animati dalla sempre riconosciuta responsabilità  hanno portato avanti la protesta  garantendo  nel contempo  i servizi minimi  previsti e  tutto ciò  nonostante la continua violazione del diritto allo sciopero ed alle  normative  di legge messe in atto dall’impresa, ricorrendo, persino, all’impiego di personale  di macchina proveniente dalla regione Campania.

Per tali violazioni,  il sindacato attiverà apposita ed immediata azione legale a tutela del diritto allo Sciopero.

Le OO.SS. nel ritenere non più differibili gli interventi necessari a sostenere  il rilancio del trasporto ferroviario,  sia in termini di servizi passeggeri e merci, sia in termini di investimenti infrastrutturali mirati all’ammodernamento ed all’Alta Velocità  della rete ferroviaria calabrese, a partire dall’immediato ripristino della linea ferroviaria  Lamezia T. – Catanzaro, indispensabile a garantire i collegamenti  con la già isolata fascia jonica regionale e con l’intento di salvaguardare le centinaia di posti di lavoro che verranno meno a seguito della cancellazione unilaterale da parte del Gruppo Fs delle attività ferroviarie in Calabria, porteranno avanti con più forza  le proprie  ragioni nell’ambito  dello Sciopero Nazionale Generale  dei trasporti già in  programma per   il  01 Marzo p.v. ,   per poi proseguire con mirate azioni di lotta regionali di 24 ore.

Le stesse OO.SS.  non escludono la necessità di arrivare il prima possibile allo  Sciopero Generale Regionale dei trasporti, accompagnandolo con una  ulteriore manifestazione di protesta dei lavoratori da effettuarsi nel capoluogo  regionale.