fbpx

Messina, Cateno De Luca: “Altro traguardo raggiunto, una svolta nella mobilità cittadina”

Messina. Consegnati i progetti relativi alla realizzazione di 14 parcheggi di interscambio. Serviranno a decongestionare la città agevolando lo scambio con i sistemi di trasporto collettivo urbano ed extraurbano

L’Amministrazione De Luca ha centrato un nuovo obiettivo per la città di Messina – scrive il sindaco Cateno De Luca sulla sua pagina Facebook –. Questa mattina sono stati consegnati i progetti esecutivi di 14 parcheggi di interscambio a raso, che segneranno una svolta nella mobilità cittadina. Un lavoro duro e costante, che ha impegnato l’Assessore Mondello, i Tecnici comunali e professionisti esterni, per raggiungere una meta inseguita da anni.
Questi i siti delle strutture che saranno realizzate a breve: Palmara, S. Cosimo, Via Catania, Europa Est, Europa Centro, Europa Ovest, Campo delle Vettovaglie (ampliamento), Giostra S. Orsola, Bordonaro, San Licandro, Viale Stagno D’Alcontres (Salita Papardo), Santa Margherita, Gazzi Socrate, Ex Gazometro
”.

Un percorso tortuoso – prosegue il primo cittadino – che nasce nell’aprile del 2019, con la felice intuizione di modificare la Delibera del Piano Urbano Parcheggi; oggi, dopo avere risolto tutte le criticità, abbiamo consegnato i progetti esecutivi, per ottenere le somme per la predisposizione del bando di gara e quindi per la prossima realizzazione delle opere, che daranno ristoro all’economia locale e alla viabilità.
Saranno utilizzati i circa 16 milioni di euro previsti dal bando per l’attuazione di una ‘Linea di intervento in favore dei Comuni di Palermo, Catania e Messina, per la realizzazione dei parcheggi urbani di interscambio per il decongestionamento dei centri urbani e lo scambio con i sistemi di trasporto collettivo urbano ed extraurbano, la riduzione degli inquinamenti acustici ed atmosferico, nonché il risparmio energetico’, approvato dal competente Dipartimento Regionale”.

L’Amministrazione De Luca – ha concluso il sindaco – come sempre, ha fatto la sua parte, mettendo in campo una scelta strategica che si inquadra in un contesto complessivo, che include anche il PGTU e il PUMS”.