fbpx

Messina, domani pomeriggio, alle 17, la manifestazione della Rete No Ponte a piazza Municipio

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Messina. Torna in piazza la Rete No Ponte per una manifestazione finalizzata a chiedere al Governo di impiegare le risorse del Recovery Fund secondo quelle che il gruppo indentifica come le reali esigenze infrastrutturali dell’isola

Si terrà domani la manifestazione promossa dalla Rete No Ponte per chiedere al Governo nazionale di impiegare le risorse del Recovery Fund destinate al Sud per servizi, infrastrutture utili ai cittadini e messa in sicurezza dei territori e delle città.

La lista di opere trapelata nei giorni scorsi e le linee Guida del Governo – si legge nella nota di presentazione della manifestazione – ci fanno pensare che l’orientamento prevalente in questo momento sia spendere questi soldi per rafforzare ulteriormente le aree più ricche del Centro e del Nord-Italia. Il Meridione e le isole rischiano di restare fuori dal più imponente piano di investimenti pubblici dal dopoguerra a oggi. Non possiamo permettere che questo accada. Torniamo in piazza per imporre una diversa agenda politica.

Al Sud spetta un terzo delle risorse, oltre al risarcimento per la marginalizzazione cui è stato sottoposto negli anni passati.
Chiediamo che questi soldi vengano utilizzati per soddisfare i bisogni dei territori meridionali e migliorare le condizioni di vita degli abitanti, offrire un futuro migliore.
Non possiamo consentire che ancora una volta vengano sprecate risorse per opere devastanti e inutili come il Ponte sullo Stretto o il Tunnel. Non possiamo consentire ulteriori speculazioni ai danni dei nostri territori.

Rinnoviamo l’appuntamento per domani sabato 26 settembre, alle 17 in piazza Unione Europea, Messina”.