Maestra sospesa per aver protetto Messina Denaro, la dirigente: “non la voglio”

Ha deciso di prendere una posizione forte la dirigente della scuola dove lavorava la maestra che aveva una relazione sentimentale con Matteo Messina Denaro

StrettoWeb
Ascolta l'articolo

Non voglio più l’insegnante Laura Bonafede nel corpo docente della mia scuola“. E’ quanto dichiarato dalla dirigente scolastica dell’istituto ‘Capuana-Pardo’ Vania Stallone, dopo pochi giorni dall’aver sospeso per la maestra indagata. Sospensione che per ora sarebbe di 10 giorni. Bonafede è figlia del boss defunto Leonardo ed è insegnante nel plesso ‘Catullo’ di Castelvetrano dal 2011. La Bonafede era entrata di ruolo nel 2005 grazie ad un concorso pubblico.

Sino al giorno in cui l’autorità giudiziaria ha reso pubbliche la foto dell’incontro con Matteo Messina Denaro al supermercato e il contenuto delle lettere tra i due, la signora Bonafede era una docente che nulla aveva mai fatto trapelare sul luogo di lavoro – spiega la dirigente scolastica – Nessun comportamento sospetto. Ma quando abbiamo visto e saputo dei contatti con Messina Denaro siamo rimasti tutti a bocca aperta“. Per la dirigente scolastica l’insegnante “ha tratto tutti in inganno“.

L’istituto ‘Capuana-Pardo’ da anni è impegnato in progetti di legalità, vincendo premi in diversi concorsi nazionali. “In questo Istituto la trasparenza è massima – dice ancora la preside – e ogni giorno il rispetto delle regole è praticato in ogni ambito. Chi sta con un piede nella legalità e l’altro nell’illegalità dentro la nostra scuola non può trovare posto. A nome di tutta la comunità scolastica che rappresento, esprimo ferma condanna nei confronti della docente Laura Bonafede“.

Contiamo sulle indagini in corso ai fini dell’accertamento della verità e, qualora l’autorità giudiziaria dovesse confermare le notizie apprese dai mass media, è evidente che la posizione della maestra non è compatibile con l’attività di insegnamento“, precisa ancora la dirigente.

Posso dire che l’intera comunità scolastica è rimasta sconvolta dalla notizia, appresa dalla stampa, che ha visto coinvolta l’insegnante Laura Bonafede“, ha aggiunto Vania Stallone. Del caso l’assessore regionale all’istruzione Mimmo Turano ne parlerà col Ministro Giuseppe Valditara.

Condividi