Elezioni Messina, De Luca sull’alluvione del 2009: “1 milione di euro inserito in finanziaria per i villaggi colpiti”

Elezioni Messina, Cateno De Luca in tour nella zona sud: “i villaggi colpiti dall’alluvione del 2009 sono stati abbandonati dalle istituzioni, io ho fatto inserire nell’ultima finanziaria un milionr di euro per la loro rivitalizzazione urbana”

 

I villaggi della zona Sud, in particolare quelli di Giampilieri, Molino e Altolia sono stati abbandonati dalle istituzioni e ancora alcuni dei residenti colpiti dalla tremenda alluvione del 2009 vivono in condizioni di disagio e non hanno avuto nemmeno l’abitazione che gli spettava. Sono quindi, tra l’altro, costretti a vivere in case in affitto pagando di tasca loro“. A dirlo l’on. Cateno De Luca, candidato sindaco di Messina che oggi proprio dalla zona Sud ricomincia il tour tra i villaggi in vista del ballottaggio del prossimo 24 giugno. “Inoltre, il territorio – prosegue De Luca – è stato abbandonato e non si è provveduto a ricostruire il tessuto economico sociale per far rinascere le zone colpite dall’alluvione“. Oggi  l’On. Cateno De Luca sarà in tour ad Altolia per passare poi da Molino, Giampilieri Superiore, Giampilieri Marina, Briga Superiore, Briga Marina e Santa Margherita dove terminera’ alle 20.  “Proprio per questo nell’ultima finanziaria – prosegue De Luca – ho fatto inserire un milione di euro al comune di Messina ed ai comuni della riviera Jonica confinanti territorialmente e che hanno subito danni a seguito degli eventi alluvionali dell’1 ottobre 2009. Al comune di Messina è stata assegnata la somma di 500 mila euro per interventi di rivitalizzazione urbana nei territori di Giampilieri, Molino, Pezzolo, Santo Stefano. La rimanente somma è da suddividere equamente tra i comuni territorialmente confinanti al comune di Messina della zona Jonica che hanno subìto danni alluvionali. Noi siamo il governo del fare e lo stiamo dimostrando ogni giorno impegnandoci per far arrivare finanziamenti in città, gli altri sono bravi con i proclami dell’ultima ora ma di concreto non c’è nulla“.