fbpx

Covid, la confessione di BioNTech: “non siamo sicuri di dimostrare efficacia e sicurezza del nuovo vaccino Pfizer”

Vaccino Pfizer covid Foto di Caroline Brehman / Ansa

“Durante le nostre sperimentazioni cliniche o anche dopo aver ricevuto l’approvazione normativa possono verificarsi eventi avversi significativi, che potrebbero ritardare o interrompere le sperimentazioni cliniche, ritardare o impedire l’approvazione normativa o l’accettazione sul mercato di uno qualsiasi dei nostri prodotti candidati”

BioNTech, azienda tedesca di biotecnologia e biofarmaceutica che ha sviluppato insieme a Pfizer uno dei vaccini anti-Covid, nel suo rapporto annuale alla US Securities and Exchange Commission (ente regolatore sulla sicurezza del mercato) ha confessato di non avere ancora certezza che possa essere approvato un vaccino nuovo e aggiornato contro le varianti. A pagina 6 del lungo rapporto, BioNTech scrive: “potremmo non essere in grado di dimostrare un’efficacia o una sicurezza sufficienti del nostro vaccino anti-Covid e/o delle formulazioni specifiche per le varianti per ottenere l’approvazione normativa permanente negli Stati Uniti, nel Regno Unito, nell’Unione Europea o in altri Paesi in cui è stato autorizzato per l’uso di emergenza o è stata concessa l’approvazione all’immissione in commercio condizionata. Durante le nostre sperimentazioni cliniche o anche dopo aver ricevuto l’approvazione normativa – si legge ancora – possono verificarsi eventi avversi significativi, che potrebbero ritardare o interrompere le sperimentazioni cliniche, ritardare o impedire l’approvazione normativa o l’accettazione sul mercato di uno qualsiasi dei nostri prodotti candidati”.