fbpx

Covid, l’Austria sospende la legge sulla vaccinazione obbligatoria

austria

Covid, il Governo annuncia la sospensione della vaccinazione obbligatoria anti-Covid

L’Austria ha sospeso la legge sulla vaccinazione obbligatoria anti-Covid. E’ questo l’annuncio del governo. “Abbiamo deciso di seguire il consiglio della commissione di esperti” e di “sospendere” la vaccinazione obbligatoria, ha annunciato il ministro Karoline Edtstadler, durante una conferenza stampa a Vienna. A causa della presenza della variante Omicron l’obbligo vaccinale – ha spiegato Edtstadler – non e’ piu’ proporzionato. La situazione sara’ rivalutata tra tre mesi, ha aggiunto il ministro della salute Johannes Rauch. L’obbligo e’ entrato in vigore a inizio febbraio e da meta’ marzo dovevano scattare i controlli. Ultimamente erano pero’ stati sollevati numerosi dubbi sulla reale applicabilita’ del provvedimento. La sospensione si basa su un parere della task force di esperti che conferma l’utilita’ del vaccino, ma suggerisce flessibilita’ secondo l’attuale situazione, soprattutto visto che la variante dominante non e’ pienamente coperta dal vaccino. “Come il virus anche noi dobbiamo adattarci in continuazione“, ha proseguito Edtstadler. Per questo motivo la legge non viene revocata ma resta in standby. “Come ex giudice sono convinta che una legge senza sanzioni e’ inutile”, ha proseguito la ministra. Se in autunno la situazione lo dovesse richiedere il governo potra’ “reagire in modo molto tempestivo“, ha spiegato Edtstadler.