fbpx

Reggio e la Calabria al centro del Mediterraneo con “Il viaggio di Ulisse”: il ruolo di Scilla e l’Isola di Ogigia nell’Odissea

scilla panorama sulla costa viola

Cresce il progetto di Itinerario Culturale “Il viaggio di Ulisse”

Si allarga il partenariato che aderisce al progetto, promosso dall’UNESCO Med Lab dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria, per la realizzazione di un Itinerario Culturale che ripercorra il viaggio di Ulisse narrato nell’Odissea. Al partenariato del progetto, infatti, proprio in questi giorni ha aderito anche il Comune di Ventotene e nei prossimi giorni aderiranno altri Comuni, Università, enti del Terzo Settore. Oltre all’UNESCO Med Lab il progetto è promosso da: Università di Messina, ICOMOS Italia, FICLU, Segretariato Regionale MIBACT, Soprintendenza BAAP di Reggio e Vibo Valentia, Comune di Scilla, FLAG dello Stretto.

Obiettivo del progetto è la promozione del dialogo interculturale nel Mediterraneo attraverso la valorizzazione del patrimonio culturale dei siti coinvolti e la ricostituzione, in una prospettiva contemporanea, dei legami che anticamente accomunavano luoghi così lontani. La Calabria, in tale contesto, potrà giocare un ruolo di primissimo piano, data la sua collocazione geografica e la presenza di uno, o più probabilmente due, siti citati nel poema omerico: Scilla e, probabilmente, l’isola di Ogigia, che alcune ricerche ritengono fosse collocata di fronte alle coste crotonesi e successivamente si sia inabissata.

Nell’ambito delle Celebrazioni del Patto di Amicizia tra alcune isole del Mediterraneo aderenti alla costituenda “Rete delle Isole Europee del Mediterraneo”, si terrà a Ventotene, in Piazza Castello,  domenica 29 agosto alle ore 22 una tavola rotonda a cui parteciperanno Gerardo Santomauro, Sindaco di Ventotene, Totò Martello sindaco di Lampedusa, Elisabetta Giudrinetti, giornalista, responsabile del Progetto “Isola Europea della Cultura” e Roberta Alberotanza, dell’Unesco Med Lab, che illustrerà il programma degli Itinerari Culturali del Consiglio d’Europa ed il progetto “Il viaggio di Ulisse”. L’evento è coordinato da Renato Di Gregorio, delegato del comune di Ventotene per il Progetto Europa, e Antonello Ravetto, portavoce del Sindaco di Lampedusa.

In questo nostro mare numerose sono le isole piccole e grandi ma tutte hanno un problema comune anche se in misura diversa; sviluppare una strategia per un turismo di qualità non solo balneare e non solo estivo e dell’importanza di fare rete. Di questa opportunità parleranno Elisabetta Giudrinetti e Roberta Alberotanza. “Il tema delle isole è centrale nel processo di integrazione europea” – afferma Elisabetta Giudrinetti, giornalista, responsabile del progetto European Island for Culture con Evangelos Kekatos, già vicesindaco di Cefalonia.  “Ogni isola presenta una propria specificità, non sempre comprensibile ictu oculi da chi vive sulla terraferma. Caratteristiche culturali, storiche, ambientali, antropologiche fanno sì che ogni isola, latu sensu, possa rappresentare un unicum da scoprire e da valorizzare. Le isole europee non fanno eccezione: anzi, considerando la loro molteplicità e la loro diversa collocazione geografica permettono di cogliere ancor più una propria unicità all’interno del continente europeo”.

Se parliamo di un turismo culturale di qualità non possiamo però dimenticare i Siti Unesco e gli Itinerari Culturali del Consiglio d’Europa che sono molto presenti nei paesi che si affacciano sul Mediterraneo.

Di questo parlerà Roberta Alberotanza che presenterà un nuovo progetto di Itinerario Culturale, Il viaggio di Ulisse, al quale ha dato recentemente adesione il Comune di Ventotene. Il programma degli Itinerari nasce nel Coe nel 1987 e finora ha certificato 45 itinerari, di cui 28 passano o hanno sede in Italia.

Gli itinerari promuovono nei territori un turismo culturale sostenibile e di qualità che attua i principi della Convenzione di Faro e dell’Agenda Onu 2030 per “rafforzare e proteggere il patrimonio culturale e naturale” E con questo spirito si sta studiando, nell’Unesco Med Lab dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria il Progetto del “Viaggio di Ulisse”.