fbpx

Gambarie, la Regione stanzia i fondi per una nuova seggiovia. Cannizzaro: “sarà un impianto moderno, più veloce e con maggiori capacità di trasporto”

funivia eiger express

A distanza di nove mesi dall’incendio che distrusse la seggiovia di Monte Scirocco, le istituzioni locali hanno trovato la soluzione per l’impianto di Gambarie

Era la notte tra venerdì 6 e sabato 7 Novembre 2020 quando la seggiovia di Monte Scirocco a Gambarie veniva distrutta da un incendio. In quei giorni il Sindaco di Santo Stefano in Aspromonte, Francesco Malara, chiese subito l’intervento delle istituzioni, affinché si potesse intervenire nel più breve tempo possibile per sistemare un danno che avrebbe potuto generare problemi all’economia del Comune in vista della stagione invernale. A distanza di nove mesi qualcosa è cambiato: “a novembre il sopralluogo assieme ai tecnici, l’Assessore Catalfamo ed il Sindaco Malara, quindi il conseguente impegno con cittadini, operatori turistici, imprenditori e Comune. Un impegno politico assunto e mantenuto. Nove mesi dopo si può già pensare a ripartire: dal governo Regionale 3,5 milioni di euro per realizzare un nuovo moderno impianto di risalita, che assicurerà anche l’aumento di velocità e capacità di trasporto passeggeri”. E’ quanto scrive sui social il deputato reggino Francesco Cannizzaro. Due stagioni, inverno/estate, già perse ed il serio rischio di perderne altre, con annessi danni a tutto l’indotto Aspromonte. Con questi fondi però l’iter per la creazione di un nuovo impianto può iniziare ad essere avviato, per la seggiovia di Gambarie si apre così un nuovo barlume di speranza.

seggiovia gambarie cannizzaro