fbpx

Festività Mariane a Reggio Calabria, nuovo vertice in Prefettura. L’Amministrazione Comunale: “giochi d’artificio e concerti si possono svolgere in sicurezza, ma faremo nuove valutazioni”

fuochi d'artificio reggio calabria festa madonna 2019 Foto di Salvatore Dato / StrettoWebù

Reggio Calabria, gli Assessori Brunetti e Cardia sulle Festività Mariane: “nessun muro contro muro, collaborazione istituzionale per il bene supremo della salute dei cittadini”. L’Assessore alla Polizia Municipale ed il delegato Mario Cardia chiariscono l’interlocuzione in corso con la Prefettura e le autorità sanitarie: “la sicurezza sarà sempre al primo posto”

Feste Mariane a rischio per la città di Reggio Calabria? Ha generato molto dibattito la nota pubblica dall’Asp che chiede all’Amministrazione Comunale di rivedere le scelte sui tradizionali giochi d’artificio sul Lungomare e sull’organizzazione di concerti di spessore nazionale. A preoccupare l’azienda sanitaria provinciale è l’aumento dei ricoveri nei reparti Covid e la mancanza di posti letto e personale medico necessario per affrontare un’eventuale emergenza. “Nessun muro contro muro tra l’Amministrazione e l’Asp di Reggio Calabria, anzi un lavoro sinergico e di collaborazione reciproca per la tutela della salute dei cittadini”: lo hanno affermato l’Assessore alla Polizia Municipale Paolo Brunetti ed il delegato ai Grandi Eventi del Comune di Reggio Calabria Mario Cardia, presenti al vertice in Prefettura sul programma degli eventi previsti in occasione delle festività mariane di settembre, chiariscono in merito ai contenuti dell’interlocuzione in corso tra l’Amministrazione comunale reggina e le autorità sanitarie e di pubblica sicurezza.

“L’Amministrazione comunale – spiegano – ha già condiviso l’idea di escludere per quest’anno due attività tradizionali come il luna park e le bancarelle per motivi di cautela rispetto alla possibilità di generare occasioni di assembramento in spazi ristretti. Una valutazione differente si è invece fatta per i concerti in piazza e per i fuochi d’artificio, che consentono di utilizzare spazi più ampi e quindi garantire a tutti la possibilità di assistervi senza rischi, come d’altronde sta avvenendo in tutti i concerti che in queste settimane si stanno tenendo sul territorio della Città Metropolitana di Reggio Calabria e nell’intera Calabria. La Giunta ha quindi deliberato in tal senso, offrendo l’opportunità di svolgere le due attività in sicurezza, così come avvenuto in tutti gli altri Comuni che hanno previsto le medesime procedure”.

“Ma naturalmente – aggiungono Brunetti e Cardia – non c’è nessuna preclusione a valutazioni differenti di carattere sanitario. Se dalle interlocuzioni che si stanno svolgendo in questi giorni si riterrà di comune accordo che le due attività generano rischi per i cittadini naturalmente noi ci fideremo delle valutazioni delle autorità sanitarie. Nessun muro contro muro, nessuno scontro di carattere istituzionale, anzi la volontà di collaborare per il bene comune individuando una soluzione condivisa. Se non ci saranno le condizioni di svolgere in maniera sicura le attività previste, saremo noi i primi a chiedere che siano annullate. E’ evidente che la salute dei cittadini viene al primo posto e le valutazioni fatte dalla Città di Reggio Calabria in questo lungo periodo di crisi pandemica hanno sempre tenuto conto di questo principio”. “Ci siamo aggiornati ad un nuovo incontro nei prossimi giorni – concludono i due delegati – durante il quale valuteremo nuovamente la possibilità di svolgere gli eventi. Se così non dovesse essere, di comune accordo, tutte le attività in grado di generare potenziali rischi saranno annullate”.