fbpx

Serie B, anche il Tar dice no al Chievo Verona: il Cosenza ripescato, ora tocca a Gravina

Luca Campedelli Foto di Simone Arveda / Ansa

Il Tar risponde in maniera negativa alla richiesta di sospensiva espressa dal Chievo Verona che resta escluso dalla Serie B: il Cosenza viene ripescato in qualità di quartultima della passata stagione. La conferma arriverà da Gravina

La speranza è sempre l’ultima a morire, il Chievo Verona le ha provate tutte per restare aggrappato alla Serie B con le unghie e con i denti, ma il Tar non accoglie l’ultima preghiera dei veronesi. Durata circa 75 minuti l’udienza che ha portato il club di Campedelli davanti a Tar per chiedere la sospensiva dopo le bocciature alla domanda di iscrizione da parte di Figc e Coni. Il Tar ha deciso di non concedere la sospensiva non ritenendo fondato il reclamo avverso alla sentenza emessa dal Collegio di Garanzia dello Sport del Coni. Il Chievo Verona resta dunque escluso dal prossimo campionato di Serie B a causa di alcune inadempienze economiche. Per il Cosenza si aprono le porte della Serie B: il club calabrese verrà ripescato in qualità di quartultima squadra classificata nella passata stagione. Si attende solo la firma per la riammissione che verrà apposta dal presidente Federale Gabriele Gravina.