fbpx

Disservizi idrici a Reggio Calabria, La Strada: “il Comune disponga il noleggio con autista di almeno un’autobotte per l’erogazione di acqua”

rubinetto senz'acqua

Disservizi idrici a Reggio Calabria, La Strada: “ci sono interi quartieri della città senza acqua per diverse ore del giorno e da ogni parte proviene la richiesta del servizio autobotte”

“Reggio ha sete, tanta sete. Non ha alcun senso parlare di emergenza idrica, perché abbiamo a che fare con una crisi idrica strutturale che necessita di programmazione. Un insieme di problematiche che si incrociano l’una con l’altra e che vanno affrontate e monitorate una per una. Lo faremo. Oggi ci soffermiamo su un aspetto fondamentale, per il quale proponiamo che il Comune si doti di un’ulteriore autobotte con autista”. E’ quanto scrive in una nota La Strada con Saverio Pazzano. “Ci sono interi quartieri della città senza acqua per diverse ore del giorno e da ogni parte proviene la richiesta del servizio autobotte. Molte famiglie sono in grande difficoltà. Bene, non ci troviamo affatto davanti a una questione improvvisa o imprevedibile: ogni anno è così; l’estate, in particolare, è il momento in cui l’acqua viene a mancare. Una amministrazione, soprattutto se amministra con continuità da sette anni, non può ignorare questo fenomeno. Dovrebbe avere avuto tutto il tempo di programmare e intervenire. Tuttavia, a fronte delle molte richieste di erogazione d’acqua a mezzo autobotte, diverse delle quali legate a esigenze di persone anziane o con disabilità, il Comune di Reggio dispone di un unico mezzo con una capienza di circa 4000 litri. Che, peraltro, non può svolgere servizio per l’intera giornata, ma per un solo turno di lavoro, visto che tutto il Comune disporrebbe di un unico impiegato con la patente idonea alla guida dell’automezzo. Riassumendo: un unico mezzo per tutta la città con un unico autista. È chiaro come, pur col massimo impegno di funzionari e impiegati preposti, il servizio non può che essere insufficiente. Poiché pare molto difficile che in breve tempo si possa acquistare un’autobotte e, comunque, non si avrebbe il tempo di formare un altro impiegato per la conduzione dell’autobotte, in modo almeno da coprire l’intero arco della giornata -e magari anche i festivi!- chiediamo che il Comune si attivi, eventualmente tramite noleggio, almeno di un altro mezzo con autista. Sarebbe comunque poco, ma almeno si potrebbe coprire meglio il bisogno di acqua della popolazione. È un costo necessario per evitare di lasciare intere aree della città senza acqua e per rendere un po’ più accettabile la vita della cittadinanza. Un servizio indispensabile”, conclude la nota.