fbpx

Catania, Wizz Air comunica 6 nuove rotte per l’aeroporto Fontanarossa: destinazioni da Torino ad Abu Dhabi

ANSA

La compagnia aerea Wizz Air comunica 6 nuove rotte nazionali e internazionali con partenza dall’aeroporto Fontanarossa di Catania

Sei nuove rotte Wizz Air dall’aeroporto di Catania. Dal 3 luglio collegamenti internazionali come Abu Dhabi, Tel Aviv, Santorini, Heraklion e Praga e nazionali come Torino arricchiranno il network della compagnia dall’aeroporto Fontanarossa, mentre per quanto riguarda Brindisi saranno attivate le rotte per Milano Linate e Santorini. La compagnia ha aggiunto un terzo Airbus, A321NEO, alla sua base di Catania.

Sono molto lieto di annunciare il terzo velivolo con base a Catania e il lancio di sei nuove rotte – ha affermato George Michalopoulos, Chief commercial officer di Wizz Air -. Con la riapertura dell’Italia siamo felici di poter contribuire alla crescita dell’economia locale e nazionale, stimolando il turismo in Sicilia e creando centinaia di posti di lavoro locali. Siamo lieti di offrire nuove opportunità di viaggio entusiasmanti e convenienti verso destinazioni internazionali come Tel Aviv, Abu Dhabi, Praga, Heraklion, Santorini e mercati nazionali come Torino. La nostra rete italiana è in costante crescita e l’annuncio di oggi conferma ulteriormente il nostro impegno in Sicilia, Puglia e Italia“.

Nico Torrisi, amministratore delegato dell’aeroporto di Catania, ha evidenziato: “Siamo molto soddisfatti per le novità annunciate da Wizz Air, compagnia dinamica e affidabile che continua a scommettere sul nostro aeroporto e a investire sul territorio. Le sei nuove destinazioni, estremamente attrattive per il turismo ma anche per il business, e soprattutto la decisione di basare a Catania un terzo aeromobile, con tutte le implicazioni positive in termini di occupazione e sviluppo, sono un importante segnale di ripresa del comparto dell’aviazione commerciale. Nel momento in cui l’Italia è finalmente pronta per accogliere di nuovo i turisti, questa operazione costituisce una vera e propria iniezione di fiducia per il mondo dei viaggi e una leva per la ripartenza economica del territorio“.