fbpx

Messina in lutto, è morta la docente in coma al Policlinico: un calvario iniziato dopo aver ricevuto il vaccino AstraZeneca

Augusta Turiaco

Tragedia a Messina, è morta la docente di 55 anni Augusta Turiaco: era da diversi giorni in coma farmacologico al Policlinico Martino

Nei giorni scorsi la Procura aveva aperto un’inchiesta sul caso, ma la docente Augusta Turiaco non ce l’ha fatta. Donna di 55 anni, era tenuta in coma farmacologico dai medici del reparto di Rianimazione del Policlinico di Messina, che nella tarda serata di ieri hanno dichiarato la morte clinica. Insegnante di musica presso la scuola media “C. D. Gallo”, era ben voluta dai suoi alunni per i modi gentili e il suo sorriso: aveva ricevuto la somministrazione del vaccino AstraZeneca all’Hub della Fiera l’11 marzo, e da quel giorno era iniziato il suo calvario, che dal persistente mal di testa si era ben presto trasformato in una trombosi diffusa, fino al tragico esito finale di ieri. Come estremo atto d’amore, Augusta Turiaco aveva espresso il volere di donare i propri organi.

Saranno adesso le autorità giudiziarie e scientifiche a fare luce sul decesso. Ieri mattina il legale che assiste la famiglia in questa immane tragedia, l’avvocato Daniela Agnello, ha depositato in Procura a Messina un lungo esposto-denuncia in cui ricostruisce tutta la vicenda. Un esposto inviato tra l’altro anche al presidente del Consiglio Mario Draghi e a vari ministeri, tra cui quello della Salute, all’Aifa e all’Istituto superiore di sanità, e anche “trasmesso all’Ambasciata della Repubblica Federale di Germania – Roma per opportuna conoscenza e per le conseguenti valutazioni e iniziative”.