fbpx

Inter-Eriksen, l’ennesima spaccatura: l’agente ricorre al Collegio di Garanzia del CONI contro i nerazzurri

Foto Getty / Emilio Andreoli

L’agente di Christian Eriksen fa ricorso al Collegio di Garanzia del CONI contro l’Inter: la motivazione risiederebbe in dei mancati pagamenti

Ennesima spaccatura nel rapporto fra Christian Eriksen e l’Inter. Il calciatore danese, da diversi mesi ormai con le valigie in mano e ai margini del progetto di Antonio Conte, aspetta solo di trovare una nuova sistemazione per lasciare Milano. Intanto il suo agente Martinus Schoots ha presentato un ricorso contro l’Inter presso il Collegio di Garanzia del Coni, probabilmente per dei mancati pagamenti relativi alla sua commissione di oltre 7.5 milioni dovuta al momento della firma di Eriksen con l’Inter.

Il Collegio di Garanzia dello Sport – si legge nella nota del Coni – ha ricevuto un’istanza di arbitrato, ex art. 22, comma 2, del Regolamento Agenti Sportivi del CONI, da parte dell’Agente Sportivo Martinus Schoots contro la F.C. Internazionale Milano S.p.A., in virtù del contratto di mandato, sottoscritto il 27 gennaio 2020, in forza del quale la società intimata ha conferito incarico al suddetto istante al fine di consentire la realizzazione del trasferimento del calciatore Christian Eriksen, allora tesserato presso il Tottenham Hotspur F.C., alla società milanese“. L’Inter ha fatto sapere che “come sempre verranno saldate tutte le pendenze“.