fbpx

Reggio Calabria, Fisiatri e Fisioterapisti del GOM tornano in area Covid-19 per riabilitare i pazienti: il messaggio è commovente

La riflessione dei Fisiatri e Fisioterapisti del G.O.M. di Reggio Calabria

“La medicina riabilitativa è scesa in campo in questo ospedale tra marzo e maggio 2020. Pensavo che non potesse più accadere salutando alcuni di loro che tornavano a casa sulle loro gambe e invece ora mi ritrovo a pensare ai miei due nuovi pazienti visitati stamattina. E i loro occhi cominciano a sorridere!”. Lo affermano in una nota Fisiatri e Fisioterapisti del GOM di Reggio Calabria.

“Ricomincia la nostra vita sospesa di Fisiatri e Fisioterapisti in area CoViD e non solo perché, se nella storia di tutti noi ci sarà un prima e un dopo coronavirus, intanto c’è un durante, diverso da tutto ciò che è stato fino ad ora, e ancora più diverso da quello che è stato qualche mese fa. Ti muovi meglio, la vestizione non è più un problema e sei lì, sei lì davanti a loro, ti riconoscono dalla voce, li avevi visitati e trattati con i fisioterapisti prima, quando reduci da un delicato intervento avevamo re-imparato insieme a respirare, a muoverci, a riappropriarci del nostro consueto, così vicino da sani, cosi difficile da malati”.

“Ancora più difficile se un un virus nanometrico approfitta di te e ti colpisce. Ma noi siamo qui! E i loro  occhi continuano a sorridere! ……e tu ricominci, misuri, valuti, incoraggi e loro si muovono, riscoprono , respirano, si siedono con te, si affannano, ci riposiamo e poi ci alziamo siamo in piedi, com’ è bello il mondo dà quassù! E ora forza stiamo camminando, che fatica, ma dopo qualche metro torniamo a sederci. Loro stanchi ma entusiasti, noi preoccupati e sudati.   E i loro occhi non smettono di sorridere!”.

“Ma il mio pensiero va per un momento  a chi non c’è la fatta; anche lì misuri, valuti e incoraggi ma questo tant’è volte non è bastato. Ma non ci dimenticheremo mai dei loro occhi, che fiochi, continuavano a sorridere, eri lì e loro lo sapevano”.