fbpx

Reggio Calabria: la Croce Rossa Vallata del Gallico ancora in prima linea per fronteggiare l’emergenza Covid-19

Reggio Calabria, una macchina che non si è mai fermata nemmeno nei mesi transitori, continuando a garantire i servizi sanitari e socio-assistenziali

Una macchina veramente inarrestabile  messa in moto dal comitato CRI di Vallata del Gallico, che sin dal primo lockdown si è mobilitata su  tutto il territorio di competenza per garantire servizi “farmaci e spesa a domicilio” sia  in collaborazione con gli enti comunali sia quelli rientranti nella meravigliosa  campagna nazionale de “il Tempo della gentilezza”, collaborando anche  con gli istituti scolastici e le case di cura per anziani;.

Una macchina che non si è mai fermata nemmeno nei mesi transitori, continuando a garantire i servizi sanitari e socio-assistenziali CRI.

Un comitato  che Scende in campo ancora una volta,  attivo, determinato, ed armato di passione  e amorevolezza per il prossimo, promuovendo una nuova iniziativa  per garantire il servizio dei RAPID TEST ( tamponi naso/oro/faringei) ai richiedenti;

Nei giorni scorsi è stato attivato appunto , il SERVIZIO DEI TAMPONI RAPIDI, rivolto ai cittadini, cominciando dal comune presso il quale il comitato ha sede legale (Santo Stefano in Aspromonte), proponendo anche alla stessa amministrazione comunale, di stipulare un accordo per  garantire agli alunni del comprensorio l’esecuzione del test rapido ( considerato il caso di positività rilevato presso il plesso scolastico);

L’attività è stata disposta su giorni differenti per dare priorità ai bambini che hanno avuto contatti con il caso positivo riscontrato precedentemente, e successivamente ai cittadini richiedenti previa prenotazione ;

I test sono stati eseguiti da medici che collaborano con il comitato CRI di competenza , previa supervisione dal Direttore Sanitario Dott. Iatì Domenico; Ruolo risultato essenziale  è quello dei volontari che hanno seguito l’intera iniziativa dalla “ fase di prenotazione/ registrazione/ firma consenso informato/   alla fase di  trasmissione dei dati e dei referti già firmati e registrati dai medici”.

Una vera catena di montaggio dove il  ruolo di ciascun volontario e di ciascun  medico è stato fondamentale per  garantire l’esecuzione di ben 180 tamponi rapidi dai quali sono stati riscontrati circa 13 casi di positività e trasmessi  all’ASL competente per essere presi in carico dall’USCA.

Un’ attività che ha richiamato ancora una volta il principio di “umanita’” di ciascun volontario che ha deciso di garantire la propria collaborazione nonostante si tratti di un Virus che non fa sconti a nessuno.

Dall’amorevolezza, serietà, costanza , coraggio e passione di questi volontari, si può dedurre quanto sia forte il senso di appartenenza ad una comunità che sta attraversando un momento delicato e stracolmo di incertezze, ma ancor di più il senso di appartenenza all’Emblema CRI stampato nel cuore, simbolo dei 7 principi e dell’amore per l’umanità.

 

L’attività dei test rapidi continuerà  ancora e verrà anche garantita  negli altri comuni di competenza, ( seguirà comunicazione presso i nostri siti ufficiali e sulle pagine facebook l’avvio su altri comuni ( Croce Rossa Italiana – comitato di Vallata del Gallico);

E’ necessario prenotarsi come definito dalla locandina allegata al fine di poter garantire un’adeguata organizzazione e smistamento dei test da effettuare;

Il consiglio direttivo composto dal presidente Diego Coppola e dai consiglieri Pintomalli Francesca, Calabrò Francesco, Rizzuto Maria e Musolino Marco,  impegnati in prima linea per la gestione del servizio: “ riconoscono impegno e abnegazione nel servizio garantito da medici e volontari ed esprimono loro  estrema riconoscenza ed ammirazione per la disponibilità garantita, altresì invitano tutti i cittadini ad assumere comportamenti maggiormente cautelativi e rispettare le restrizioni previste al fine di poter arginare i casi di positività e ridurre al minimo i contatti ed  esprimendo massima vicinanza ai soggetti risultati positivi e augurando una pronta guarigione.

Orgoglioso il Presidente Dott. Diego Coppola il cui comitato, il pioniere di tale iniziativa, dichiara: “nonostante si tratti di un comitato giovane e quantitativamente piccolo, i volontari hanno dimostrato, senza alcuna esitazione, disponibilità, coraggio e professionalità inestimabili nello svolgimento dell’iniziativa”.