Fabio Caressa: “Che bei ricordi di Reggio!” Poi racconta un aneddoto su Reggina-Inter e parla di Cozza e Mazzarri

fabio caressa

Il giornalista e telecronista di Sky Sport, Fabio Caressa, ha parlato a ‘Vai Reggina’, sul canale ufficiale del club amaranto

Uno dei “pezzi grossi” di Sky Sport e del giornalismo italiano. Indimenticabili, soprattutto, le sue telecronache per le partite dell’Italia al trionfale Mondiale del 2006. Ma la voce di Fabio Caressa è protagonista in Serie A, e non solo, da oltre 20 anni. Durante ‘Vai Reggina‘, trasmissione del canale ufficiale del club, Caressa ha parlato proprio degli amaranto.

“Ho bellissimi ricordi di Reggio Calabria. La prima volta che ‘sperimentammo’ Diretta Gol fu al Granillo, in un Reggina-Inter. Fu un esperimento, a livello lavorativo, fallimentare. Non era possibile fare la telecronaca della partita e passare la palla agli altri campi. Infatti poi cambiammo. Son venuto spesso nelle partite serali e ricordo un pesce buonissimo. Mi piaceva molto girare per il centro, molte volte la domenica mattina. Andavo a messa in una Chiesa di cui non ricordo il nome. Partivo da nebbia e vento da Milano e venivo a Reggio e trovavo sempre un clima splendido e tanto sole. Oltre che tanta felicità”.

“Qualche calciatore che ricordo particolarmente? Non vorrei fare un nome in particolare. Sicuramente ricordo il miracolo che fece Mazzarri. E ogni volta che ne parla lo vedi emozionato. Mi viene in mente Ciccio Cozza che, per la tecnica che aveva, forse ha fatto meno. Aveva un gran piede”.

“I numeri dei tifosi amaranto al Granillo? Noi vogliamo che il Sud ritorni prepotentemente in Serie A. Ci sono belle realtà e tanta passione, il meridione manca”.

Serie B, il riscatto del profondo Sud: il prossimo anno una Serie A più “meridionale”? [L’ANALISI]