Marcello Dell’Utri torna libero: l’ex senatore di Forza Italia ha scontato la pena, ma resta imputato nel processo Stato-mafia

L’ex senatore di Forza Italia torna libero: Dell’Utri ha scontato la pena di sette anni per concorso esterno in associazione mafiosa, ma resta imputato nel processo sulla trattativa Stato-mafia. In primo grado è stato condannato a 12 anni di carcere

Marcello Dell’Utri sarà di nuovo un uomo libero. L’ex senatore di Forza Italia ha finito di scontare la pena a sette anni per concorso esterno in associazione mafiosa, domani finirà di scontare la sua pena e potrà lasciare la sua casa di Milano. Per gravi problemi di salute,  negli ultimi tempi era stato posto ai domiciliari e nel luglio 2018 aveva lasciato il carcere per problemi cardiaci. Dopo un breve fuga in Libano, tentata alla vigilia della pronuncia della Cassazione che ha poi reso definitiva la condanna, venne estradato in Italia ed entrò in carcere a maggio del 2014. Attualmente Dell’Utri è a processo nell’appello della cosiddetta trattativa tra Stato e mafia. In primo grado è stato condannato a 12 anni di carcere. Dell’Utri è stato detenuto a Parma e poi a Rebibbia.

Laboccetta: “Ferite difficili da sanare, ma finalmente libero”

“Finalmente un Natale di libertà per l’amico Dell’Utri, finisce la detenzione domiciliare, e anche se difficilmente si potranno sanare certe ferite nell’animo potrò finalmente abbracciare un amico vero. Una persona seria e un grande uomo di cultura che ha dovuto sopportare il peso del giustizialismo nonostante l’età e la sua salute rispetto a cui il mondo politico è rimasto impassibile per troppo tempo“- dichiara in una nota l’ex deputato di Napoli Amedeo Laboccetta.


Valuta questo articolo

Rating: 5.0/5. From 1 vote.
Please wait...

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE