fbpx

Militare aggredito e ferito al collo ed alla schiena da uno straniero

L’Aggressione si è verificata in piazza Duca D’Aosta all’esterno della stazione Centrale di Milano

Il Libero Sindacato di Polizia –(LI.SI.PO.) esprime solidarietà al militare dell’Esercito, oggetto di aggressione da parte di uno straniero. Che ha provocato con delle forbici ferite al collo ed alla schiena. L’Aggressione si è verificata in piazza Duca D’Aosta all’esterno della stazione Centrale di Milano, dove il militare espletava un normale turno di servizio per “strade sicure”. Il militare, trasportato all’ospedale Fatebenefratelli, veniva dichiarato fuori pericolo.  Personale dell’Arma dei Carabinieri hanno fermato l’aggressore subito dopo il fatto. Il Segretario Generale del Libero Sindacato di Polizia (LI.SI.PO.), Antonio de Lieto – ha dichiarato – “Gli uomini e le donne delle Forze dell’Ordine e i nostri militari, impegnati in particolari servizi, tutti i giorni rischiano la propria incolumità per assicurare sicurezza  ai cittadini.  Il caso di oggi ne è la prova.  Questi sono i casi in cui – ha continuato de Lieto – Il LI.SI.PO. la pensa diversamente, le Forze dell’Ordine ed i nostri militari non possono subire aggressioni periodiche,  per questo,  ha rimarcato – il leader del LI.SI.PO. – è necessario l’inasprimento della pena e carcere duro.  In fine – de Lieto – ringrazia tutti i servitori dello Stato in divisa per l’encomiabile opera che quotidianamente svolgono per tutelare la cittadinanza e salvaguardare la democrazia, nonostante ricevono stipendi da fame e, rivolge un appello al neo Ministro dell’Interno affinché venga disposto lo sgombro di  piazza Duca D’Aosta, all’esterno della stazione Centrale di Milano, zona completamente in ostaggio degli stranieri”.