Reggio Calabria, l’artista Michele Di Raco all’Accademia delle Belle Arti

Medef 2018: Michele Di Raco, artista del Mediterraneo, martedì 6 novembre ore 10, all’Accademia delle Belle Arti di Reggio Calabria

Il Mediterranean Experiences Festival si apre alle dieci, di martedì 6 novembre, nell’aula magna dell’Accademia di Bella Arti di Reggio Calabria con un incontro su “Michele Di Raco, artista del Mediterraneo”, presente l’artista. Di Raco é il rappresentate di una delle più accreditate scuole di scultura italiane da Ierace, a Monteleone, a Guerrisi. Uno scontro estetico importantissimo che vide contrapposti artisti accademici e non divisi tra le teorie di Croce e Marcuse. Una scuola prettamente mediterranea, meridionale, reggina, di artisti nati nella piana, assurti alle più alte cariche accademiche nazionali, ma sempre presenti nel territorio, La città di Reggio Calabria e quasi tutte quelle della provincia sono state totalmente ricreate dopo il terremoto del 1908, nel loro arredo artistico e urbano e nei loro maggiori monumenti architettonici da questo quattro artisti. Di Raco fu discepolo di uno dei più grandi critici internazionali d’arte Frangipane e in scultura da Monteleone, ha curato le Biennali d’arte Calabria, che ospitarono a Reggio Calabria, esposizioni con opere dei maggiori artisti italiani. Michele Di Raco é presente con sue opere sul lungomare Falcomatà, nelle chiese reggine, alla stazione centrale, ha donato moltissime opere all’Accademia di Belle Arti reggina. Una presenza costante nel paesaggio visivo reggino, che ha segnato nelle sue opere da San Giorgio al pescespada l’identità di una città, di una regione di tutto il Mediterraneo. L’incontro sarà introdotto dalla direttrice dell’Accademia, Maria Daniela Maisano, presentazione critica del professore Remo Malice, la studiosa Rebecca Marcianò presenterà il catalogo delle opere che Michele Di Raco ha donato all’Accademia, seguirà un incontro con l’artista.