Allerta Meteo, Italia nella morsa del maltempo: 1° Novembre all’insegna dei temporali in Calabria e Sicilia

Allerta Meteo, inizio Novembre di forte maltempo in tutt’Italia: rischio alluvione nelle prossime ore nelle Regioni tirreniche per i violenti temporali innescati dallo Scirocco

Allerta Meteo – L’Italia è stretta nella morsa del maltempo anche oggi, nel giorno della Festa dei Santi, 1 Novembre sta interessando tutto il Paese per le piogge e i temporali provocati da un flusso caldo-umido di scirocco che alimenta precipitazioni intense da Nord a Sud, con temperature un po’ ovunque superiori alle medie del periodo.  Due persone sono morte stamattina a Lillianes (Aosta) nella valle di Gressoney, a seguito della caduta di un albero sull’auto in cui viaggiavano. Nella zona, in bassa Valle d’Aosta, sono stati numerosi gli interventi dei vigili del fuoco per piante cadute a causa del maltempo. Il bilancio delle vittime dell’ondata di maltempo sale così a 15 morti soltanto questa settimana.

Intanto piove a Torino con +10°C, a Milano con +11°C, a Firenze e Trieste con +16°C, a Roma con +18°C, a Catania e Caserta con +19°C, a Salerno con +20°C, a Napoli, Messina e Reggio Calabria addirittura con +21°C. Le precipitazioni più intense hanno interessato nelle scorse ore la Sicilia (punte di 80mm sul versante orientale dell’Etna, nel catanese, ma nubifragi con oltre 50mm un po’ in tutte le province dell’isola), la Liguria (oltre 150mm tra Genova e Savona nella notte), il Lago Maggiore (oltre 60mm a Verbania), Verona (50mm), e soprattutto l’area a Sud di Roma, tra i Colli Albani e i Monti Prenestini dove diluvia e sono caduti oltre 70mm di pioggia.

Nelle prossime ore le temperature aumenteranno ulteriormente con lo Scirocco, per lo scorrimento di nuove masse d’aria calda provenienti dal deserto del Sahara sull’Italia. Proprio l’aria calda innescherà a partire dal pomeriggio odierno, dopo il tramonto, violenti temporali tra il Canale di Sicilia e il mar Tirreno.

La situazione diventerà “esplosiva” nella prossima notte, quando appunto la risalita di masse d’aria calde dal nord Africa verso l’Italia innescherà violenti temporali dapprima intorno alla Sicilia, specie occidentale, dove le isole Egadi e l’area di Trapani potranno essere colpite da bombe d’acqua e alluvioni lampo. Altri forti temporali colpiranno il Tirreno in mare aperto, dirigendosi verso Lazio e Toscana dove arriveranno già nella notte, per poi scatenarsi domani, Venerdì 2 Novembre, durante le prime ore del mattino.

Saranno fenomeni particolarmente estremi, che potranno da vita a vere e proprie alluvioni lampo. Sarà un Venerdì di forte maltempo non solo su gran parte della Sicilia, specie occidentale, ma soprattutto nelle Regioni centrali tirreniche e in modo particolare su LazioToscana e in modo più marginale l’Umbria (nei suoi settori occidentali). Tra Roma e Viterbo potranno cadere oltre 100mm di pioggia, con picchi di 150mm nelle zone costiere proprio di Roma e con pesantissime conseguenze sui territori già duramente colpiti dalle precipitazioni delle ultime ore. Altre forti piogge colpiranno la Toscana, con picchi di 8090mm tra Arezzo e Grosseto. Anche Perugia, in Umbria, sarà interessata da piogge torrenziali (oltre 60mm).

 

Tra le città più colpite dalle piogge anche Latina e Frosinone, nel basso Lazio, Rieti e Terni, oltre alla Campania settentrionale, specie Caserta, dove il maltempo arriverà in mattinata. Pioverà comunque a dirotto sulla Sicilia, specie occidentale (attenzione a Trapani e Palermo), nelle zone interne dell’Abruzzo (L’Aquila), in tutta la Toscana, nelle Marche specie interne e meridionali, e poi nel corso della giornata ancora una volta su tutto il Nord, specie in Liguria e in Emilia, in estensione a Nord/Est verso Sabato.

Attenzione poi anche al Weekend: la goccia fredda andrà in cut/off e isolerà un centro di bassa pressione tra la Sardegna e la Tunisia. Proprio la Sardegna, Sabato, sarà investita da fenomeni violenti con piogge alluvionali su Cagliari. Domenica il maltempo si abbatterà invece nuovamente sulla Sicilia, in risalita verso la Calabria, la Campania e il Lazio. Ma di questo parleremo nei prossimi aggiornamenti, adesso è preferibile concentrarsi sul maltempo estremo delle prossime ore. Ecco le pagine utili per seguire la situazione meteo in tempo reale: