Reggio Calabria, progetto M.A.P.S. Musei Accessibili per le Persone Sorde

Si è svolto a Reggio Calabria il corso di formazione del progetto M.A.P.S. Musei Accessibili per le Persone Sorde, che ha coinvolto 32 giovani sordi da tutta la regione Calabria per ideare diversi servizi da fornire ai musei e ai luoghi culturali

Si è svolto sabato 14 e domenica 15 aprile, presso il Museo Nazionale Archeologico di Reggio Calabria, il corso di formazione organizzato dall’Ente Nazionale Sordi ONLUS relativo al Progetto “M.A.P.S. Musei Accessibili per le Persone Sorde”, realizzato dall’ENS con il co-finanziamento del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e la collaborazione della Direzione Generale Musei del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. Trentadue giovani sordi under35 provenienti da tutta la Regione Calabria hanno partecipato al corso di formazione che ha consentito loro di comprendere quali siano i servizi che possono fornire ai musei e ai luoghi culturali, attraverso le professionalità e le competenze necessarie per la progettazione e la realizzazione di servizi accessibili. D’altronde, il Progetto M.A.P.S. ha come obiettivo realizzare una piattaforma web accessibile, interattiva e multimediale, per creare un luogo virtuale di raccordo di informazioni sui servizi accessibili disponibili nelle realtà museali presenti sul territorio nazionale che, sebbene siano in aumento, sono anche debolmente promosse e diffuse. Per tal motivo, l’ENS ha promosso questa iniziativa in cui la persona sorda, adeguatamente formata e competente, diventa garanzia di progettazione dell’accessibilità pensata sulle esigenze di questo tipo di disabilità sensoriale. Grazie ad un staff di docenti altamente qualificati e selezionati dall’ENS, i giovani corsisti sordi hanno assistito a lezioni con approfondimenti sul patrimonio artistico culturale del territorio e sulle buone prassi nazionali, europee ed internazionali di servizi museali accessibili, sperimentando strategie di produzione e post-produzione video con servizio di interpretariato in Lingua dei Segni Italiana e laboratori didattici specializzati, che hanno consentito loro di comprendere gli strumenti che possono rendere coinvolgenti e accessibili le visite guidate.

Sono intervenuti al corso anche vari dirigenti ENS regionali e provinciali, i referenti del Progetto M.A.P.S. Annamaria Salzano referente nazionale e Ignazio Serrentino referente regionale, nonché numerose autorità istituzionali quali dott. Giuseppe Raffa ex Presidente della Provincia di Reggio Calabria, dr.ssa Tilde Minasi ex Consigliere Regionale e Assessore Politiche Sociali del Comune di Reggio Calabria, on. Maria Tripodi neoeletta al Parlamento Italiano, dr.ssa Rossella Agostino Direttrice del Parco e del Museo Nazionale Archeologico di Locri, Rosanna Pesce Fondatrice della Digi.Art Servizi Digitali per l’Arte, Giuseppe Barillà Consigliere Nazionale FAND e Presidente Provinciale FAND Reggio Calabria, Giacomo Oliva Responsabile Area Didattica del Museo Nazionale Archeologico di Reggio Calabria, i quali hanno tutti sottolineato l’importanza che la formazione riveste oggi per i giovani calabresi e ribadito la vicinanza delle istituzioni, assicurando tutto l’impegno necessario per garantire la realizzazione di quei servizi fondamentali che consentono l’inclusione e l’integrazione sociale delle persone affette da disabilità. Si ricorda, infine, che è stato realizzato uno speciale sull’evento a cura della Life Communication di Domenico Gareri che andrà in onda sull’emittente televisiva Padre Pio TV (canale 145 del Digitale Terrestre e 852 di Sky) in giorno e orario che saranno comunicati a breve.