‘Ndrangheta: debutta a Reggio Calabria la campagna pubblicitaria con un presunto killer come testimonial

La pubblicità ritrae il noto ‘ndraghetista (attualmente in libertà) con in mano una colt e la dicitura in inglese “licenza di uccidere”

Gino la belvaDopo Totò Riina, Matteo Messina Denaro, Rocco Morabito e Rocco Papalia è toccato al presunto killer del clan Tegano, Luigi alias “Gino la belva” Molinetti, essere testimonial della campagna affissioni di Klaus Davi, volta a sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della criminalità organizzata e a sostenere il progetto “Gli Intoccabili”, il format tv e web di cui il massmediologo è autore con Alberto Micelotta. I poster sono comparsi in diversi quartieri di Reggio Calabria, dalla zona del Tribunale a quella della Questura, dal quartiere Archi a Pentimele, dal Gebbione a Ravagnese. La pubblicità ritrae il noto ‘ndraghetista (attualmente in libertà) con in mano una colt e la dicitura in inglese “licenza di uccidere”, strizzando l’occhio alla famosa serie di film tratti dai romanzi di Flaming. La campagna si vedrà anche a Milano e a Roma. “Non credo che Molinetti si arrabbierà: in fondo l’abbiamo inserito tra i very big”, ha commentato il giornalista, “ci avviciniamo inoltre alla campagna elettorale… chissà che questa nostra provocazione non riesca a far ritornare protagonista nell’agenda politica il tema ‘ndrangheta e mafie, troppo spesso lasciato in secondo piano (quando va bene)”.