Reggio Calabria: Triolo lascia il comitato spontaneo delle onoranze calabresi

Triolo: “per sensibilità verso gli altri e ritenendo che siano venuti meno quegli indefettibili presupposti di coesione di idee e opinioni tra me e gli altri ai quali avevo dato una strada sindacale per risolvere le problematiche del nostro mestiere, ho rassegnato le mie dimissioni”

triolo giuseppe“A far data dal 19 Ottobre 2017 ho preso atto delle evidenti difficoltà sorte tra le componenti del comitato spontaneo delle onoranze calabresi da me creato (COSFIT); per sensibilità verso gli altri e ritenendo che siano venuti meno quegli indefettibili presupposti di coesione di idee e opinioni tra me e gli altri ai quali avevo dato una strada sindacale per risolvere le problematiche del nostro mestiere, ho rassegnato le mie dimissioni da ogni cosa e responsabilità dal 19 u.s. e tale determinazione nulla ha a che vedere con qualsivoglia preoccupazione per il tentativo di discredito e di strumentalizzazioni negative su di me, sui miei familiari e sulle mie aziende tra i membri del comitato che ha interessato la direttamente la mia persona e famiglia, rispetto al quale, confermo la mia assoluta serenità null’altro dovendo aggiungere a quanto ho già rappresentato. A chi ha tentato di sollevare sulla mia persona, strumentalmente e senza conoscere il mio percorso professionale, questioni reputazionali per i ruoli che ho ricoperto nel comitato, rispondo unicamente che mai sono stato interessato da alcuna contestazione da parte di qualsivoglia autorità nel merito delle mie scelte sia di vita che commerciali e di marketing aziendale. Odio le dispute strumentali inutili e dannose. Pertanto declino, disconosco e mi sollevo da ogni responsabilità su qualsiasi azione e/o eventuali situazioni create dal COSFIT – comitato spontaneo onoranze funebri – a partire dal 19 Ottobre 2017 Continuerò comunque con serenità il mio percorso sindacale dove vedrò rispecchiare le mie idee a difesa dei diritti comuni di tutte, nessuna esclusa, le Onoranze Calabresi. Formulo infine a tutti del comitato sinceri auguri di buon lavoro affinché possa realizzare il progetto di riordino del settore funebre”. E’ quanto scrive in una nota Giuseppe Triolo.