Rosarno, il sindaco emette ordinanza contro la prostituzione

prostituzioneIl sindaco di Rosarno, Giuseppe Idà, ha emesso un’ordinanza contingibile ed urgente per contrastare l’esercizio della prostituzione sulla pubblica via e a tutela della sicurezza e del decoro urbano, in quanto è stata ravvisata la necessità e urgenza di intervenire per impedire che il fenomeno possa ulteriormente intensificarsi determinando effetti  pregiudizievoli per la sicurezza delle persone e con grave pregiudizio alla pubblica decenza. Per un periodo di novanta giorni, su tutto il territorio comunale è fatto divieto a chiunque:

1.         di porre in essere comportamenti diretti in modo non equivoco ad offrire prestazioni sessuali a pagamento, consistenti nell’assunzione di atteggiamenti di richiamo, di invito, di saluto allusivo. La violazione si concretizza con lo stazionamento e/o l’appostamento della persona e/o l’adescamento di clienti e l’intrattenersi con essi, e/o con qualsiasi altro atteggiamento o modalità comportamentali che possano ingenerare la convinzione che la stessa stia esercitando la prostituzione;

2.         di contattare soggetti che esercitino l’attività di meretricio su strada o che, per atteggiamento, abbigliamento o modalità comportamentali manifestino comunque l’intenzione di esercitare tale l’attività, nonché concordare con gli stessi prestazioni sessuali sulla pubblica via. Consentire la salita sul proprio veicolo di uno o più soggetti dediti alla prostituzione costituisce conferma palese dell’avvenuta violazione della presente ordinanza.

Per i trasgressori, l’ordinanza prevede dure sanzioni, infatti, ferma restando l’applicazione delle sanzioni penali ed amministrative previste da leggi e regolamenti, e fermi i limiti edittali stabiliti per le violazioni alle ordinanze comunali dall’art. 7 – bis del D. Lgs. 18.08.2000, n. 267, la violazione della presente ordinanza comporta l’applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria fino a €. 500,00.

“Si tratta di una misura dura ma necessaria – afferma il sindaco Idà – il decoro urbano oltre che la salute e sicurezza pubblica, è una delle nostre massime priorità. In questi giorni le Forze dell’Ordine, hanno già effettuato delle importanti e brillanti operazioni contro la prostituzione, e solamente grazie alle sinergie Istituzionali tra le varie articolazioni dello Stato, tale dilagante fenomeno potrà essere sradicato una volta per tutte dalla nostra Città. Colgo l’occasione per ringraziare le Forze dell’Ordine per l’encomiabile lavoro svolto sul nostro territorio, mai come in questo momento sentiamo la loro vicinanza ed il loro supporto al servizio dei tanti cittadini onesti che vogliono riscattarsi da un’immagine fortemente negativa dovuta da una ancor troppa diffusa illegalità ed inciviltà ”.