Reggio Calabria: all’Università “Mediterranea” è stato presentato il progetto “Il Turismo culturale in Italia-Bel Paese, Buon Turismo”

New DealIl 16 maggio all’Università “Mediterranea” è stato presentato il progetto : “Il Turismo culturale in Italia- Bel Paese, Buon Turismo” del  CTS (Centro Turistico Studentesco) e dell’ AITR (Associazione Italiana Turismo Responsabile) finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali. La pregevole iniziativa ha toccato varie città italiane ed è stata presentata all’ ateneo reggino  dall’ Associazione studentesca universitaria New Deal e dalla Prof. Michela Mantovani nell’ambito dei seminari del Cat- Lab ( laboratorio di economia e management delle risorse culturali, ambientali e turistiche dello stesso ateneo) associazione Quality life managment ed il Comitato Calabria Cinetourism.

Il progetto consiste nel realizzare una campagna di comunicazione sul patrimonio paesaggistico, culturale e ambientale italiano costituito da piccoli borghi finalizzato a promuovere le iniziative imprenditoriali giovanili della filiera turistica. La pregevole  iniziativa è supportata dalla Prof.ssa Mantovani, docente di riferimento dell’ Ateneo per l’economia dei beni culturali ed il turismo avendo ad aprile ricevuto il prestigioso premio Unesco per il primo libro interattivo di  Economia e management dell’ industria creativa turistica esperienziale con casi pratici (laruffa editore). L’intervento della Mantovani è stato molto apprezzato dagli studenti anche stranieri intervenuti in quanto trattava  della: Valenza economica delle industrie creative del turismo: beni culturali e Cineturismo del made in Italy. La prof. Mantovani da sempre si occupa di beni culturali e di nuove forme di turismo da cui l’ultima idea innovativa è stata il Comitato Calabria Cinetourism nato per valorizzare la Calabria attraverso la produzione cinematografica e di  fiction,  istituito dall’ università , dalla quality life management e cat- lab. Sono seguiti gli interventi del dott. Nuccio Bovalino Guerino Ricercatore CEAQ Sorbonne e della Dott.ssa Myriam Macaluso, Project Manager CTS. La dott.ssa Macaluso ha evidenziato che l’Italia è un “museo a cielo aperto” con addirittura 45 siti Unesco a cui si aggiungono luoghi meno noti di una bellezza straordinaria troppo spesso ignorata, una ricchezza per il nostro paese che rende necessario pensare ad un’idea di turismo sostenibile, ecologico e responsabile; in particolare il turismo enogastronomico potrebbe costituire un volano per lo sviluppo del settore, a ciò si aggiunge anche la nascita di nuove figure professionali come il “travel designer” e “ l’interprete ambientale”. Il ciclo d’interventi è stato chiuso dal dott. Bovalino che ha focalizzato su un fattore diventato fondamentale nello sviluppo economico: ogni ambito risulta influenzato dai media e non si può trascendere dal fatto che i giovani siano “prod-users”, cioè sono sia utenti che produttori dei prodotti commerciali; tenendo conto di ciò, grazie alle “narrazioni digitali”, è possibile oggi creare un’anima ai luoghi e suscitare curiosità che possa spingere a vivere esperienze sensoriali complete e, quindi , costruire una potenzialità attrattiva per le località turistiche.

 L’incontro si è concluso con un accordo tra il CTS ed il Comitato per la proposta di itinerari sul cineturismo in Calabria da veicolare in Italia e all’ estero. Questo accordo ha una valenza strategica per la Calabria in quanto il CTS attivo dal 1974,  sviluppa un giro di 50 mila viaggiatori annui.