Messina: al Cantiere Palumbo il restyling delle nave Sharden della Tirrenia

Al Cantiere Palumbo di Messina il “trattamento di bellezza” di una delle navi Tirrenia

tirreniaNuova e restyling per le navi della Tirrenia. Molto presto vedremo navigare nei nostri mari navi dai colori sgargianti che rievocano i grandi personaggi dei cartoni animati della nostra infanzia. Sono infatti iniziati nel Cantiere Palumbo di Messina i lavori di decorazione delle fiancate della nave Sharden. Le fiancate della nave riproporranno le immagini del celebre eroe dei cartoni Batman.

L’idea delle nuove fiancate dedicate ai Supereroi nasce dalla partnership tra la Warner Bros e il Gruppo Onorato Armatori. “Sulla Sharden- spiega la compagnia- le due fiancate saranno una diversa dall’altra: da una parte il Dinamico Duo Batman e Robin, dall’altra Batman con il suo nemico storico, Joker. Un’ immagine originale ed inconfondibile, che renderà le navi della flotta più fresche, attraenti e adatte non solo alle famiglie con bambini, target di riferimento imprescindibile, ma anche alle altre tipologie di clientela che viaggeranno con Tirrenia in Sardegna e in Sicilia per vacanza o per lavoro. Una scelta senza dubbio innovativa e anticonformista, quella del Gruppo, che in questo modo avvia una nuova epoca per Tirrenia”.

“Per Tirrenia si tratta dell’inizio di una nuova epoca- ha commentato anche Massimo Mura, Amministratore Delegato della Compagnia – ed è la conferma della volontà del Gruppo Onorato Armatori di proseguire nel processo di rinnovamento della flotta e dell’organizzazione aziendale di Tirrenia, consolidando in questo modo la leadership del trasporto marittimo nel Mediterraneo. Come parte del rinnovamento i supereroi DC saliranno anche a bordo e animeranno le nuove sale giochi delle navi, per la gioia dei piccoli passeggeri e delle famiglie”. Le prossime navi a cui sara riservato il “trattamento di bellezza” saranno la Nuraghes ad aprile, poi nel 2018 sarà la volta di Janas, Bithia e Athara. Nel 2019 saranno decorate la Vincenzo Florio e la Raffaele Rubattino.