L’odissea dei passeggeri del volo Alitalia Roma-Reggio Calabria dirottato su Lamezia: testimonianze di un’esperienza nel terzo mondo

alitalia aeroporto reggioUn lettore di StrettoWeb ci ha inviato una testimonianza per raccontarci l’odissea che ha vissuto sul volo Alitalia Roma-Reggio Calabria:

Premetto che viaggio sempre su Lamezia per comodità di destinazioni e IL SIGNORE, per darmi un’esperienza diversa mi ha fatto scegliere di viaggiare con Alitalia su Reggio Ore 21:00 Fiumicino imbarco, l’ultimo volo per Reggio Calabria, facendo la fila molti visi conosciuti si chiacchiera, scopro che questo volo porta sempre ritardo e “voile” tabellone +15 partenza 21:40, ridi scherzi ed ecco a voi + 25, il tabellone risplende partenza 22:05. Si scusano per il ritardo ma l’aereo che dovremmo prendere è atterrato in ritardo e stanno facendo opere di pulizia.

Perdi tempo racconti esperienze di vita ai vicini di fila e ci si imbarca. 22:15 sull’aereo tutti fermi con tutto acceso e cinture allacciate il comandante si presenta, peccato non ricordi il nome perché l’ha detto,  “Ho da darvi una spiacevole notizia, Fiumicino ha una sola pista dove si decolla e si atterra, dalla torre mi hanno detto che posso accendere i motori tra un’ora”

Iniziano cori che rendono il momento simpatico per quanto assurdo. Ma l’aereo nel reparto posteriore vantava davvero volti simpatici che hanno saputo intrattenere spettacolo.

23:15 aereo accende i motori, un percorso che ci porta in fase di decollo alle 23:40 e si parte.

Piccole turbolenze, aereo nuovo e pulito, personale che eviti con piacere di affacciarti al corridoio per guardarlo. 24:30 una voce interrompe l’atmosfera soporifera del viaggio a chi è stanco e domani lavora. È lui, la voce narrante delle sventure.

“Signori per causa forze climatiche avverse atterremo tra 15 minuti a Lamezia.”

Provo a non ricordare le urla decise, simpatiche, irriverenti, che si son udite nei cieli lametini.

23:45 con un atterraggio  degno da condizioni climatiche avverse, l’aereo atterra a Lamezia. Impauriti, spaesati, stanchi, affamati e senza alcun tipo di speranza andiamo verso l’uscita. Ognuno di noi nutriva la speranza di trovare personale Alitalia ad accoglierlo. Una signora, non Alitalia, davanti all’ufficio della polizia con un poliziotto in divisa alla porta ci attendevano. Dicendoci che loro erano stati appena avvisati di questo atterraggio e che ora provavano a capire il da farsi. 122 passeggeri per quanto per cui sopra citato hanno capito la signorina e hanno capito che arrabbiarsi serviva a poco. 00:15, esce personale Alitalia si dirigono velocemente all’uscita è sotto le grida blocchiamoli loro imitano il buon comandante e abbandonano i passeggeri. 00:30 arriva un’altra signora non in divisa. Inzia a chiamare vari numeri di agenzie chiuse di autobus che non rispondono assistenza Alitalia assente. Gli animi si stancano ognuno prova iniziative personali per salvarsi. Fortunatamente un solo bambino che dal personale dell’aeroporto, un santo padre di famiglia, è stato accudito. Chiediamo acqua ci danno un bicchiere alle 00:50, c’è un bidone alla fine dell’aeroporto chi lo trova beve. I più impavidi hanno raggiunto il distributore al di fuori dell’aereoporto. Del bidone nessuno ha saputo dare notizie. Eravamo 120 esclusi la mamma e il bambino che erano in una stanza. 01:00 tra i vari commenti alla signora che continuava a chiamare il nulla visto che in 25 minuti non ha mai detto pronto ci dice tra 20 minuti arriverà il pullman che vi porta a Reggio i passeggeri della Sicilia si mettano  d’accordo per farsi lasciare a villa San Giovanni. 01:30 solitudine, persone partono da Reggio per riprendere i propri cari. 02:00silenzio. 02:30 si vedono le luci due autobus all’orizzonte, tutti corriamo verso la salvezza. 04:00 villa San Giovanni. Il nostro autista impavido entra dentro le caronti e lascia i nostri amici alla banchina difronte la nave, riusciamo sgommando dall’imbarco nello stupore di tutti che ormai ci vedevamo a Messina , ritorniamo verso casa. Grazie Alitalia, grazie aeroporto dello stretto, grazie aeroporto di Lamezia che purtroppo alle 00:00 chiude e non sono stati avvertiti. Grazie per avermi fatto vivere questa esperienza.

Aeroporto dello Stretto: ecco cosa è realmente successo al volo Alitalia Roma-Reggio Calabria