Il Maestro Antonio Calenda torna a Messina

Locandina (78)Domenica 22 Gennaio debutta in prima assoluta lo spettacolo-racconto di Antonio Calenda “Tutto il mondo è palcoscenico”, alle ore 18 al Teatro Savio per la rassegna “Atto Unico. Scene di Vita, Vite di Scena”. Uno spettacolo fortemente voluto da QA-QuasiAnonimaProduzioni che nel quadro del grande omaggio ai Maestri ha ritenuto indispensabile la presenza di un Signore del Teatro come il maestro Antonio Calenda. Un gigante che del teatro conosce profondamente e vive il senso del sacro e l’ironia beffarda, ci accompagnerà attraverso le esperienze, i risvolti imprevedibili di una carriera che attraversa, con oltre cento spettacoli, più di cinquanta anni di storia del teatro italiano. Un cammino fatto di “incontri” con grandi autori di prosa e di opera – come Shakespeare, Brecht, Beckett, Campanile, Pirandello, Pinter, Miller, Sofocle, Rossini, Mozart, Verdi e Strauss tra gli altri – e di condivisione con grandi artisti, come Giorgio Albertazzi, Roberto Herlitzka, Virginio Gazzolo, Gigi Proietti, Mario Scaccia, Eros Pagni, Kim Rossi Stuart, Pupella Maggio, Piera degli Esposti, Anna Proclemer e José Carreras tra gli altri. Questo è quello che Antonio Calenda viene a raccontare in seno alla nostra rassegna, come testimone di tempi che sono stati e che si spera possano tornare ad essere. Un omaggio al teatro e un regalo a una compagnia giovane e volenterosa che sta cercando di rimettere insieme i pezzi di un’identità storica che al teatro troppo spesso è negata. Ad accompagnare Antonio Calenda al piano forte, Filippo la Marca, musicista e compositore attivo da anni con QA. La compagnia ha scelto di applicare un ridotto a tutti gli allievi  di laboratori e scuole di teatro di Messina. Prossimo spettacolo, fuori abbonamento, il 24 Febbraio al Teatro Savio, ore 21: Indole Teatro (Ex allievi INDA 2012-2015): “Canto della Rosa bianca”, uno spettacolo con INDOLE TEATRO, allievi Accademia d’Arte del Dramma Antico, scritto e diretto da Maurizio Donadoni.