‘Ndrangheta: il sindaco di Reggio Emilia si costituisce parte civile nel processo “Aemilia”

Il sindaco di Reggio Emilia si  è costituito parte civile nel processo di ‘Ndrangheta “Aemilia”

manetteIl sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi ha deciso di costituirsi parte civile dinanzi al Gup di Bologna Albero Gamberini per le minacce subite da Pasquale Brescia, imputato nel processo di ‘Ndrangheta “Aemilia” e dal suo avvocato Luigi Antonio Comberiati.  Si tratta di un filone secondario delle indagini della Dda di Bologna (Pm Marco Mescolini e Beatrice Ronchi) sull’organizzazione calabrese attiva in Emilia, arrivato ora in udienza preliminare: 23 le posizioni al vaglio del giudice, una decina gli imputati che hanno chiesto l’abbreviato. Anche il professor Vittorio Manes si è costituito parte civile in riferimento alle minacce contenute nella lettera recapitata il primo febbraio all’edizione reggiana del Resto del Carlino.


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...