Messina: what’s happening? Atto Unico presenta la sua IV edizione

presentazione-atto-unicoVenerdì 18 novembre alle 20 si è alzato nuovamente il sipario sulla rassegna teatrale di nuova drammaturgia “Atto Unico. Scene di Vita, Vite di scena”, curata da QA-QuasiAnonimaProduzioni giunta alla sua IV edizione consecutiva. Anche quest’anno si è scelta come cornice per l’inaugurazione della stagione la Feltrinelli Point di Messina. Grande afflusso di pubblico e spiccato interesse per la consueta festa di presentazione, “What’s happening”, durante la quale sono stati presentati gli spettacoli e i protagonisti della rassegna. Tante le novità volute dai fondatori e organizzatori Auretta Sterrantino e Vincenzo Quadarella, per cinque mesi di teatro che prevedono sette spettacoli e tre masterclass dedicate ad attori e allievi attori. Il fil rouge della programmazione per la stagione 2016-2017, in scena al Teatro Savio dal 4 dicembre al 9 aprile, è «omaggiare i grandi Maestri, quelli che ci hanno formato – spiega Auretta Sterrantino – quelli ai quali è necessario guardare e con i quali è fondamentale confrontarsi mentre si cerca la propria strada, la propria autonomia, la propria personalissima visione, anche se di rottura rispetto alla tradizione». I sette spettacoli in cartellone, cinque dei quali in prima nazionale, prevedono ospiti di eccezionale spessore: il Maestro Antonio Calenda, Maurizio Marchetti, Sergio Basile, Roberto Bonaventura, una giovane compagnia di ex allievi dell’Accedemia del Dramma Antico dell’INDA e come sempre le nuove produzioni di QA. Un cartellone che cerca di attraversare una piccolissima fetta di storia del teatro con drammaturgie nuove. A completare la proposta di QA una novità assoluta: tre masterclass per attori e allievi attori dedicate alla parola con Sergio Basile, al Living Theatre con Craig Peritz e alla biomeccanica teatrale con Massimiliano Cutrera. Tra gli ospiti ieri sera il Presidente del Teatro Vittorio Emanuele di Messina, Maurizio Puglisi è intervenuto mostrando la volontà dell’Ente di sostenere le iniziative teatrali sul territorio. Il Presidente ha sottolineato quanto sia significativo per la città e per gli organizzatori il fatto che la rassegna Atto Unico ritorni per il quarto anno consecutivo con una proposta interessante e ancora più vasta degli anni passati. Il Teatro Vittorio Emanuele e QA hanno avviato una proficua collaborazione, tanto che QA riconosce agli abbonati del Vittorio Emanuele uno sconto sul costo dell’abbonamento. Ieri sera è stato anche lanciato il bando rivolto a studenti universitari entro i 25 anni per partecipare all’osservatorio critico diretto da Vincenza Di Vita, giornalista, critico teatrale e studioso di teatro. L’osservatorio curerà gli approfondimenti sulla rassegna che saranno pubblicati sulla “Rivista QuasiAnonima”, che sarà disponibile online sul sito della compagnia in coincidenza delle date degli spettacoli. Le figure richieste, con una età compresa entro i 25 anni, sono le seguenti: illustratori, esperti di web design e grafica, videomaker, fotografi, scrittori e aspiranti giornalisti. I redattori saranno impegnati in attività di documentazione e recensione della stagione e potranno partecipare alle tre masterclass previste nel corso dell’anno. Le attività e la frequenza al percorso formativo saranno monitorate e documentate per l’ottenimento dei CFU, per gli studenti iscritti al Dipartimento di Scienze Cognitive dell’Università di Messina. La serata si è mossa tra la presentazione degli spettacoli e alcune letture offerte dagli attori presenti: Loredana Bruno, William Caruso, Oreste De pasquale, Giada Vadalà e Claudia Zappia. È intervenuto anche il musicista Giovanni Puliafito che curerà l’editing dello spettacoloin omaggio al Maestro Corsaro, diretto da Roberto Bonaventura.