Settimana del Diabete 2016: ecco gli appuntamenti a Reggio Calabria e Messina

diabete2Il diabete è una delle malattie metaboliche croniche più frequenti nel mondo occidentale: si calcola che oltre 4 milioni di persone in Italia ne siano affette e almeno un altro milione non sappia di essere diabetico. Il diabete, in tutte le sue forme, rappresenta oggi un’emergenza sanitaria. La prevenzione risulta essere oggi l’arma più efficace per prevenire le prime manifestazioni del diabete, specialmente del diabete di tipo 2, che è preceduto da una fase di resistenza all’insulina e quindi di iperglicemia che può durare molti anni; solamente dopo che l’organismo abbia perso del tutto la capacità di compensare l’iperglicemia, si manifesta il diabete vero e proprio, in tutte le sue drammatiche conseguenze.

La Giornata Mondiale del Diabete si tiene il 14 novembre di ogni anno ormai dal 1991 ed è promossa dall’OMS e dalla Federazione Internazionale per il Diabete; quest’anno tuttavia l’iniziativa è stata ampliata con la Settimana del Diabete. In 500 città italiane, dal 7 al 13 novembre, verranno organizzati stand, incontri, convegni, conferenze stampa ed eventi a livello locale, volti a sensibilizzare la popolazione su questa grave malattia cronica, informando e distribuendo opuscoli e depliant alla portata di tutti.

Ecco gli eventi a Reggio Calabria e Messina:

  • Gioiosa Jonica: 14 nov | 16.30-19.00. Auditorium Comunale. Ambulatorio di Diabetologia Pediatrica D.S. Tirrenica. Organizzato da AGD Locride
  • Oppido Mamertina: 13 nov | 08.00-00.00. Municipio. Organizzato da “Difendiamoci dal Diabete” DdD Cittanova (RC)
  • Palmi: 10 nov | 09.00-13.00. Ambulatorio di Diabetologia Pediatrica D.S. Tirrenica. Organizzato da Centro Diabetologia Pediatrica Ospedale di Locri
  • Siderno: 09 nov | 09.00-13.00. Ambulatorio di Diabetologia Pediatrica Distretto Locride
  • Siderno Reggio Calabria – Caulonia Marina: 13-17 nov | 09.00-00.00. Ambulatorio di Diabetologia Pediatrica. Organizzato da AGD Locride
  • Patti: 11 nov | 08.30-13.00. Piazza Marconi

Le conseguenze: il piede diabetico

Una delle complicanze più frequentemente riscontrata e più grave nei soggetti diabetici, è il piede diabetico. Questa particolare condizione, deriva direttamente dagli effetti tossici che causa l’eccesso di zuccheri nel sangue: si tratta della neuropatia diabetica. La conseguenza più grave è che il paziente diabetico può non avvertire i traumatismi a livello del piede, che frequentemente si complicano portando a lacerazioni, ulcere, infezioni e cancrena nei casi più gravi.

Il piede diabetico può essere prevenuto sia intervenendo sullo stile di vita; con l’ausilio di presidi medici adeguati, si può idratarlo, esercitando un’azione lenitiva, idratante e dermoprotettiva sulla cute, proteggendola dalla secchezza e dall’aridità che sono causate direttamente dal diabete.