Successo per la quarta edizione del festival “Facce da bronzi”, vince il torinese Mauro Villata

1° classificato _ Mauro VillataGrande successo per la fase conclusiva del Festival nazionale del cabaret “Facce da bronzi”, kermesse giunta alla IV edizione, prodotta e ideata dall’associazione culturale arte e spettacolo “Calabria dietro le quinte”con il patrocinio del Consiglio regionale della Calabria, del Comune di Reggio Calabria, di Melito Porto Salvo, Palmi e Torino. Dopo un tour di selezioni partito il 26 aprile al teatro “Testaccio” di Roma, per poi passare il 6 maggio dal “Cab41” di Torino e con la tappa del 30 luglio di Palmi, si è conclusa con due straordinarie serate di spettacolo lo scorso 20 agosto nel magnifico scenario del lungomare dei Mille di Melito Porto Salvo, dove sono stati scelti gli ultimi cinque finalisti che si sono sfidati nella finale di domenica in una gremita arena “Franco” di Reggio Calabria. Gli otto comici provenienti da tutt’Italia, valutati da una giuria tecnica presieduta dall’autore palermitano Emanuele Pantano, hanno coinvolto con esiranti sketch e monologhi il numeroso pubblico presente regalando due ore di sane risate nell’ambito dell’Estate reggina 2016. A conquistare il premio “Facce da bronzi 2016” il simpaticissimo comico torinese Mauro Villata con il personaggio del Gadano, un timido scout alle prese con vicende familiari alquanto strampalate; secondo classificato e premio della critica “Radio Touring104” al torinese Jo Tarantino nei panni dell’hispanico con un brillante monologo sulla società odierna; terzi classificati e premio del testo ai catanesi Duo di Coppe (Diego Strano e Salvatore d’Antone) nei panni di due originali fotografi; premio del pubblico e “Un sorriso per l’Unicef” al duo reggino Aldo al quadrato (Aldo Zumbo e Aldo di Giuseppe con la partecipazione di Francesco Casile) con una divertentissima rivisitazione dei Bronzi di Riace. Il premio originalità è andato invece al poliedrico Ciro Cavallo (Maurizio Marchetti) da Viareggio con una raggiante interpretazione mimica no sense. Simpatici e bravi anche gli altri finalisti Massimo de Rosa da Torino, Antonella Mollica da Messina, duo Spalla (Armando Iodice e Marco Reggiani) consolati dagli applausi del pubblico reggino. La serata presentata con un pizzico d’ironia dal duo comico “I non ti regoli” (Giuseppe Scorza e Giuseppe Mazzacuva), accompagnati da Myriam Melluso e dal corpo di ballo Le Divine (Mariarosa Verduci, Ilenia Cartisano e Alessandra Calù), è stata caratterizzata da momenti musicali con l’esibizione della cantante Meriam Jane, interprete del suo nuovo inedito “Se tu fossi qui”, e la brillante performance comica del cantautore romantico di “Colorado” Carlo Belmondo accompagnato dalla splendida attrice Jessica Granato. Risate ma anche tanta solidarietà: il festival come ogni anno, ha aderito alla campagna di raccolta fondi dell’Unicef per aiutare i bambini del mondo.
“La kermesse Facce da Bronzi, ormai collaudata, ha il merito di scoprire e valorizzare talenti del cabaret e della comicità, provenienti da tutta Italia – afferma il presidente del Consiglio regionale Nicola Irto – E’ un esempio virtuoso di progetto che pone al centro il Mezzogiorno: per una volta, le selezioni nazionali si sono svolte nelle altre città italiane e la fase finale si è invece concentrata qui in Calabria, invertendo una tendenza che anche nel campo dello spettacolo vede i nostri giovani talenti costretti a emigrare. Oltretutto, in un mondo sempre più attraversato da tensione e paura, questo festival regala un momento di necessaria leggerezza. La comicità, infatti, è un modo dissacrante per raccontare la nostra società con le sue contraddizioni e i suoi aspetti grotteschi, producendo un effetto immediato, la risata, l’emozione, e uno mediato: lo stimolo a pensare”.