Reggio Calabria, l’associazione Sbarre per Sempre: “sindaco garantista cercasi”

palazzo san giorgio (1)“Passeggiando per le strade di Reggio sembra di ritrovarsi in una dimensione surreale: teatro Catona, Oasi, bar matteotti, bar sirenause, ristorante le palme, slot orchidea chiusi o parzialmente chiusi, un solo gazebo ancora resiste sul lungomare Falcomatà, mentre al miramare chiude i battenti “la bufala” dell’officina (ora forse apre l’elettrauto????). A quando la chiusura dell’aeroporto??? Per il mese di agosto erano stati annunciati nuovi voli per Bologna, Genova, Venezia (sarebbe il caso di chiedere a Chi l’ha visto); intanto si continua a volare a prezzi stratosferici, come testimoniato dal “neo assessore cosentino” Sgarbi, il volo Reggio Milano costa più del volo Roma/NewYork. Non parliamo poi delle Ferrovie, un solo treno dal nord nelle 24 ore, praticamente una città chiusa per sequestro e impossibile da raggiungere; altro che sviluppo turistico, altro che incentivi per l’occupazione, altro che creazione di nuovi posti di lavoro”, scrive in una nota il Comitato Sbarre per Sempre. “QUI LE AMMINISTRAZIONI COMUNALI E REGIONALI NON RIESCONO NEANCHE A GARANTIRE LA CONTINUITA’ LAVORATIVA AI POCHI OCCUPATI. Nel mese di agosto dovevano riprendere i lavori del palazzo di giustizia (non se ne sa nulla!!!!), i lavori di rifacimento di piazza duomo iniziati circa due anni fa ancora non sono stati completati. Ma come si vuole creare una città metropolitana -prosegue la nota-  come si vuole rafforzare il turismo, come si vuole creare occupazione, chiudendo giornalmente attività economiche presenti sul territorio da anni???? Gli unici arrivi che si registrano puntuali sono quelli delle navi cariche di extracomunitari che, loro malgrado, vengono a cercare fortuna in una terra dimenticata da Dio ma soprattutto dai politici e dagli amministratori. Non possiamo non fare nostra l’affermazione di un sindacalista che dalle colonne di Gazzetta del sud ha dichiarato che LA CITTA’ DI REGGIO CALABRIA , ANCHE NEI MOMENTI PIU’ BUI DEL PASSATO, NON E’ MAI STATA COSI’ TRASCURATA E ABBANDONATA A SE STESSA. Chiudiamo ribadendo che questa città ha bisogno di istituzioni più forti, di istituzioni più GARANTISTE, una volta i veri Sindaci ( il compianto Prof. ITALO e Giuseppe Scopelliti erano riusciti a ottenere importanti risultati, quali l’utilizzo del palazzetto dello sport e dello stadio granillo: parliamo di veri Sindaci“, conclude la nota.