Marco Carta all’Euromediterraneo registra il sold out e conquista il borgo più bello d’Italia

Marco Carta (1)Piazza Costantino Belluscio è gremita, già prima dell’apertura dei cancelli si sentono intonare le prime note di “Non so più amare”, quasi un portafortuna che accompagna l’entrata al teatro che di lì a poco ospiterà uno degli artisti italiani più amati dalle nuove generazioni e non solo. Appena varcata la soglia, ingresso di una notte che si preannuncia ricca di sorprese, il pubblico sceglie il posto con la migliore visuale, per godersi tutto, dall’accensione delle luci all’ultimo saluto di Marco Carta. Presto detto, le gradinate accolgono uomini, donne, ragazzi e ragazze piene di sogni, ognuno con un palloncino, una specie di desiderio che volerà in alto con la speranza di diventare qualcosa di concreto, tangibile. L’atmosfera che si respira al teatro Belluscio di Altomonte per il Festival Euromediterraneo è questa. Il palco aspetta l’ingresso dell’artista e l’intonazione delle prime note dei suoi successi, quelli gridati a squarcia gola dai suoi fan. Tutto pronto, lo spettacolo ha inizio ed è così che il pubblico diventa un tutt’uno con il vincitore di Amici di Maria De Filippi del 2008, che ancora incanta le platee e le città dello stivale. Per la seconda tappa del suo tour “Come il mondo”, Marco Carta registra il sold out, mentre Altomonte colleziona un’altra conquista musicale che rende felice i suoi cittadini e tutto il pubblico accorso addirittura dal Lazio per assistere a uno spettacolo senza eguali. Il 19 agosto 2016 è stata una notte memorabile, il sabbiato della sua voce ha ancora una volta lasciato tutti senza fiato, con la stessa intensità e lo stesso entusiasmo degli inizi.