Reggina, dichiarato il “fallimento con esercizio provvisorio”: il club conserva la matricola, ecco cosa significa

Reggina, stamattina il Tribunale presieduto dal giudice Giuseppe Campagna ha dichiarato il “fallimento con esercizio provvisorio”. Tutti i dettagli sul provvedimento

logoregginaIl verdetto del Tribunale di Reggio Calabria presieduto dal giudice Giuseppe Campagna è arrivato stamattina, due settimane dopo l’udienza fallimentare del 25 maggio in cui il club amaranto aveva presentato una memoria difensiva con tutta una serie di carte e documenti che illustravano l’esigenza di mantenere l’affiliazione alla Federazione nell’interesse dei creditori, per non perdere gli introiti pregressi e futuri. Proprio per soddisfare questa logica esigenza, il Tribunale ha dichiarato il “fallimento con esercizio provvisorio“.

Cosa significa “fallimento con esercizio provvisorio”

Lo storico marchio ufficiale della Reggina Calcio negli anni d'oro della Serie A

Lo storico marchio ufficiale della Reggina Calcio negli anni d’oro della Serie A

La società è fallita ma mantiene tutto l’asset che aveva prima del fallimento, non perde l’affiliazione con la FIGC e il numero di matricola, potrà continuare le proprie attività con le giovanili e la scuola calcio, dando seguito ai progetti su cui aveva posto le basi nei mesi scorsi. I curatori fallimentari della Reggina sono Massimo Giordano e Fabrizio Condemi: saranno loro a curare l’aspetto gestionale della società nel rispetto dei creditori. Chiaramente, però, si tratta di una squadra di calcio quindi l’attività che perseguiranno sarà prettamente calcistica, con l’intento di soddisfare il più possibile le esigenze dei creditori.

Adesso bisognerà incontrare il Presidente Federale Tavecchio e delineare gli scenari futuri, con numerose possibilità. Il club potrebbe essere appetibile per molte realtà, a partire dalla nuova società presieduta da Mimmo Praticò fino a squadre di primo livello che – a maggior ragione viste le nuove norme della Federazione sui giovani e sui prodotti del vivaio – potrebbero avere grande interesse ad appropriarsi di un patrimonio importante come quello amaranto. Non è da escludere che i prossimi passaggi legati all’attività dell’esercizio provvisorio della Reggina Calcio possano anche essere propedeutici o funzionali al ritorno immediato nel calcio professionistico.

Insomma, il percorso della Reggina Calcio non è ancora finito. Anzi, nelle prossime settimane sarà certamente la realtà sportiva cittadina che farà parlare di sé più di ogni altra, e non solo a livello locale ma anche su scala nazionale.