Calcio, la Sicilia che fa festa: Gela e Igea Virtus Barcellona promosse in serie D [FOTO]

Sicilia, due grandi piazze come Gela e Barcellona Pozzo di Gotto festeggiano il ritorno delle loro squadre di calcio in serie D: migliaia in strada per la promozione

gela 01La Sicilia che fa festa. Due grandi piazze del calcio siciliano celebrano il ritorno nei Dilettanti: ieri il Gela e l’Igea Virtus Barcellona Pozzo di Gotto hanno vinto il loro girone del campionato di Eccellenza ottenendo la matematica promozione in serie D. Grande festa nelle due città che adesso non nascondono le ambizioni per il futuro: migliaia di tifosi hanno gremito strade e piazze delle città per celebrare un momento storico, e in entrambi i casi atteso da molti anni.

gela 02Il Gela è una società giovane, nata nel 1994 e con un trascorso importante nel calcio professionistico. Nel 2005-2006 ha partecipato (a testa alta) persino alla Serie C1, dopo 9 anni consecutivi di Serie C2. Nel 2006 il fallimento e la possibilità di ripartire dalla serie C2 grazie al Lodo Petrucci, ma dopo altri 5 anni di serie C2 e di Seconda Divisione di Lega Pro (per un totale di 15 anni consecutivi nel calcio professionistico), non riesce a tornare in C1 e fallisce di nuovo nel 2011. Stavolta è costretto a ripartire dalla Terza Categoria, ma scala un campionato a stagione e adesso ha ottenuto la 5ª promozione consecutiva fino in serie D. L’obiettivo del club è tornare al più presto nel calcio professionistico.

barcellonaL’Igea Virtus Barcellona ha una storia ancor più prestigiosa: fondata nel 1946, la squadra di Barcellona Pozzo di Gotto ha giocato 4 stagioni in serie C e ben 26 campionati nel quarto livello calcistico italiano (serie C2 o Lega Pro Seconda Divisione o IV Serie o Serie D). Dal 2000 al 2010 ha disputato 10 stagioni consecutive in serie C2/Seconda Divisione di Lega Pro, sfiorando nel 2002 persino la promozione in serie C1 ma ha perso la semifinale playoff con il Foggia. Nel 2010 la società è fallita e dopo un anno di stop ha ricominciato l’attività dalla Prima Categoria, ottenendo subito due promozioni consecutive. Superare l’Eccellenza è stato più difficile, ma dopo il 6° posto del 2014 e il 3° posto del 2015 quest’anno ha vinto il campionato tornando così in serie D, anche qui con l’ambizioso obiettivo di avere nei Dilettanti soltanto una piccola tappa di un percorso più importante per il ritorno nel calcio professionistico.