Reggio, flash mob degli studenti per Tiberio Bentivoglio: “la ‘ndrangheta è forte per i soldi che le diamo noi” [FOTO]

Una partecipazione decisa quella degli studenti del liceo scientifico “Da Vinci” di Reggio che hanno dato vita all’importante iniziativa insieme con le associazioni di Civitas

Bentivoglio (4)Un flash mob ogni cento passi per ricordare i famosi “cento passi” di Peppino Impastato, trucidato dalla mafia a Cinisi, in Sicilia. Una partecipazione decisa quella degli studenti del liceo scientifico “Da Vinci” di Reggio che hanno dato vita all’importante iniziativa insieme con le associazioni di Civitas. Ad affiancare i ragazzi nel  percorso da piazza Duomo a Palazzo San Giorgio l’arcivescovo mons. Morosini ed il sindaco Falcomatà. “Siamo qui – ha detto Falcomatà – per dire che il nostro impegno va avanti. Una manifestazione per ribadire affetto e solidarietà a Tiberio Bentivoglio”. “Mi sento di dirvi - ha detto Tiberio Bentivoglio, che insieme ad altri due testimoni di giustizia, Giuseppe Spinelli e Filippo Congliandro, ha incontrato gli studenti- di approfondire tutta la storia della lotta al racket in questa città e in questa regione”. “La ‘ndrangheta è forte per i soldi che le diamo noi”, ha aggiunto Bentivoglio. “Questi ragazzi hanno bisogno di essere sostenuti perché rappresentano il coraggio della speranza”, ha detto mons. Morosini.

Foto tratte da fb