Nei comuni di Maropati, Polistena e Cittanova il “Festival delle differenti abilità”

FAREARTE LOGO DEFINITIVODal 10 al 14 maggio prossimo i comuni di Maropati, Polistena e Cittanova diverranno centri in cui si discuterà delle “differenti abilità”, grazie a  “FareArte”, progetto che parte da un’idea degli operatori della Comunità Alloggio di Maropati gestita dalla Cooperativa Sociale Futura, patrocinato dall’Assessorato al Welfare della Regione Calabria oltre che dalla Provincia di Reggio Calabria e dai comuni di riferimento.  “FareArte” si pone come scopo principale quello di “favorire l’espressione delle abilità artistiche al fine di sostenere l’interazione attiva con la società”,puntando i riflettori sulla valorizzazione della persona e partendo dall’assunto che ciascuno, al di là del limite, possa sempre puntare a “dimostrare ciò che è e che può fare”. Secondo il direttore artistico Gigi Gargano “l’arte ha la capacità di parlare molteplici linguaggi con i quali il si possono raccogliere risultati impressionanti e inimmaginabili”. “E’ proprio grazie all’espressività artistica che si possono abbattere più facilmente i pregiudizi e aprire nuovi spazi nel contesto sociale e nello stesso mercato dell’arte e del lavoro” prosegue il direttore organizzativo Daniela Laurito. Il Presidente della Cooperativa Sociale Futura, Lorenzo Sibio afferma che “l’espressione artistica costituisce il mezzo e il fine, perché attraverso l’arte si può tendere a qualcosa di grande, fino al pieno raggiungimento della propria realizzazione”. “FareArte” vuole portare al centro dell’attenzione il grande tema delle abilità differenti, creando una reale interazione sociale con le giovani generazioni, attraverso percorsi di formazione rivolti alla scuola che, proprio grazie a questo progetto diviene elemento trainante e veicolare.

E’ noto, infatti, che la scuola, nell’ambitFAREARTE2o della sua autonomia scolastica, si pone spesso come finalità prioritaria quella di un’integrazione globale dei propri alunni con disabilità, Il festival, articolato in cinque giornate di appuntamenti con spettacoli, convegni, incontri, eventi sportivi, si terrà nella Piana di Gioia Tauro e coinvolgerà i comuni di Maropati, Polistena e Cittanova. Gli spettacoli si terranno all’interno dell’Auditorium Comunale di Polistena e del Teatro Gentile di Cittanova. Tra gli appuntamenti fin qui organizzati i più importanti sono: il Seminario “Open Dialog: le nuove frontiere della psichiatria” che si terrà giorno 11 maggio 2016 nella sala comunale di Maropati e avrà come ospite il Dottor Arto Pekka Borchers del team finlandese creatore di questo nuovo metodo di intervento. Gli spettacoli organizzati vedranno molti protagonisti in attesa di contrattualizzazione, ma tra questi spicca la figura di Simona Atzori, dell’Associazione Neon di Catania con lo spettacolo “Ciatu” di Monica Felloni e Piero Ristagno, la probabile presenza di Michele Tarallo con il suo eccezionale spettacolo “il giocattolo Rotto” oltre alla compagnia “Orizzonti” composta da attori della Comunità di Maropati con la partecipazione straordinaria di alcuni studenti del Liceo Pedagogico di Polistena e con le scenografie curate dai ragazzi del Liceo Artistico di Cittanova. Il ricco cartellone sarò completato da momenti di spettacolo creati all’interno delle scuole, tra questi i musical “Pinocchio” e “la Divina Commedia” con protagonisti gli alunni dell’Istituto Comprensivo Capoluogo, Scuola Media Salvemini di Polistena. Il festival chiuderà sabato 14 maggio con un convegno sulla valenza dell’arte nella riabilitazione che vedrà la partecipazione dell’Assessore Regionale Federica Roccisano, oltre ad importanti personalità provenienti dal mondo del Sociale. Il programma dettagliato sarà reso noto nei prossimi giorni e lascia prefigurare un cartellone di tutto rispetto che metterà la Calabria al centro dell’attenzione mediatica per qualcosa di veramente positivo.