Reggio, protocollo d’intesa tra l’Università Mediterranea e l’Istituto Italiano di Project Management

UniRc (2)Ieri mattina, presso il Dipartimento di Giurisprudenza ed Economia (DIGIEC) dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria, si è tenuta una conferenza stampa per annunciare l’avvio della collaborazione dell’Ateneo con l’Istituto Italiano di Project Management. A illustrare tale protocollo d’intesa sono intervenuti il Prorettore alla comunicazione, Prof. Massimiliano Ferrara, e il Prof. Domenico Ursino, docente di data mining e sistemi di elaborazione delle informazioni. Hanno spiegato come questo parteneriato sia rappresentativo del nobile obiettivo di aprire un’ulteriore finestra concreta di opportunità lavorativa in sintonia con lo spirito del nuovo corso magistrale Economics con cui la Mediterranea ha voluto lanciare una scommessa rilevante, in un clima nazionale in cui si tende a chiudere corsi di laurea piuttosto che avviarne nuovi. I prodromi caratterizzanti del corso di Economics risultano, infatti, fra i più moderni e innovativi con un’attività didattica che va oltre lo stare in aula. In particolare, la stessa disciplina del Prof. Ursino si collega proprio col percorso di project management dimostrando la cura e l’attenzione prestata in fase di programmazione del piano di studi per realizzare un’offerta formativa che punta a fornire agli studenti tutti i possibili tools operativi indispensabili per presentarsi nel job market dovutamente attrezzati. Ci siamo resi conto – ha affermato il Prof. Ferrara – come oggi nel rapporto di matching fra domanda e offerta di lavoro sia importante per uno studioso di management pubblico e privato il “project management” come asset gestionale. Questo insegnamento parallelo fra la materia trattata dal Prof. Ursino e il corso ISIPM guiderà gli studenti al conseguimento ottimale della certificazione di project manager, fra le più diffuse e riconosciute a livello nazionale, attestando il possesso delle conoscenze dei processi di gestione dei progetti e delle abilità nell’applicazione dei processi stessi. Un protocollo d’intesa, fra Mediterranea e ISIPM, che fino ad oggi era esclusivo dell’Università Luiss e che permette quindi all’Ateneo reggino di crescere ulteriormente verso una posizione di leader nel panorama meridionale, con una vision che vuole superare la negativa equazione associata alla nostra città. L’Università così, inoltre, non si distingue solo dal punto di vista interno della didattica ma anche per il desiderio di fare squadra col territorio attraverso la stipula di altre convenzioni con istituzioni locali. Il Prof. Ursino ha fornito come ulteriori dettagli tecnici le modalità di erogazione del corso: circa 28 ore, con un esperto esterno, opportunamente distribuite per evitare sovrapposizioni con lezioni ed impegni lavorativi; l’esame sarà sostenibile sia a chiusura corso sia in successive sessioni; non ci sarà per gli studenti un costo da sostenere per partecipare oltre la quota d’esame.

PER UNA NUOVA CULTURA DEL PROJECT MANAGEMENT: questo l’indirizzo della Mediterranea per discenti e territorio, creando una nuova idea dell’ordine, di efficienza, efficacia ed economicità, comprendendo che sarà sempre più indispensabile ragionare non più a consuntivo ma preventivamente per avere successo! Appuntamento al 18 marzo per un’altra mattinata di approfondimento sul tema con i protagonisti di questa nuova partnership targata UniMediterranea.