Serie D, Reggina-Due Torri 0-0 in un Granillo tristissimo: questo non è un campo da calcio [FOTO]

Serie D, si conclude con un triste pareggio senza reti il girone d’andata della Reggina

Reggina Due Torri (4)

Tristissimo 0-0 della Reggina contro il Due Torri al Granillo nella 18ª giornata del girone I di serie D, ultima partita del girone d’andata: partita scialba e priva di emozioni, risultato giusto per quanto visto in campo. Il Due Torri resta davanti alla Reggina in classifica: gli amaranto concludono il girone d’andata al 7° posto, ben al di sotto rispetto alle aspettative, con 28 punti maturati grazie a 7 vittorie, 4 pareggi e 7 sconfitte che in realtà significano 25 punti sul campo, ma la vittoria a tavolino 0-3 della partita persa 2-1 a Rende continua ad alimentare sogni (più che altro illusioni) di promozione in Lega Pro ad una squadra che resta lontanissima dalla vetta.

Reggina Due Torri (6)In classifica, infatti, la Reggina ha un punto in meno di Due Torri, Sarnese e Aversa Normanna (nonostante i campani abbiano 2 punti di penalizzazione), ma pesa il distacco dalle prime tre: -8 dal Siracusa, -7 da Cavese e Frattese. Le tre squadre di vertice chiudono oggi il girone d’andata con 11 vittorie ciascuno e sarà molto difficile che nel girone di ritorno qualcuno, tantomeno la Reggina, riescano ad inserirsi nella lotta per la promozione in Lega Pro.
Ad oggi, inoltre, la Reggina sarebbe esclusa anche dai playout utili soltanto ad alimentare speranze di ripescaggio.

Reggina Due Torri (10)Dopotutto, per come s’era messa la stagione (fino a un mese fa gli amaranto sembravano spacciati alla retrocessione in Eccellenza), bisogna saper guardare il bicchiere mezzo pieno. Fa molto più male dei risultati osservare le condizioni dello stadio Oreste Granillo, il cui manto erboso non si era mai presentato così in gare ufficiali se non ai tempi del Vecchio Comunale nelle (appunto) categorie minori dei tempi. E che nessuno venga a dire che è colpa degli allenamenti settimanali: non solo in serie D, ma anche in Lega Pro e in alcuni casi persino in serie B, la quasi assoluta totalità delle squadre si allenano ogni giorno nello stesso impianto in cui poi giocano nel weekend la partita ufficiale. Ma un “prato” così ormai non si vede neanche in Promozione.