Reggio, maggioranza all’attacco: “sul ripiano delle perdite Sogas opposizione irresponsabile”

consiglio comunale 25 novembre (6)“Ci spiace constatare, per l’ennesima volta, che la minoranza a Palazzo San Giorgio assume atteggiamenti assolutamente inadeguati al ruolo istituzionale ed al mandato elettorale affidatole dai cittadini. Il ripiano delle perdite della Società di Gestione dell’Aeroporto dello Stretto era un atto dovuto, necessario per evitare il default della società e con esso la perdita di centinaia di posti di lavoro. La minoranza si ostina a tenere atteggiamenti ostruzionistici probabilmente senza rendersi conto che lasciare l’aula al momento della votazione è un dispetto che non si fa all’Amministrazione Falcomatà, ma a tutta la città“. È quanto dichiarano in una nota congiunta i capigruppo di maggioranza Antonio Ruvolo, Antonino Castorina, Valerio Misefari e il Presidente della Commissione Bilancio Antonino Mileto. Più volte in questo primo scorcio di consiliatura – prosegue la nota dei consiglieri –  l’Amministrazione ha dimostrato ampio senso di responsabilità sulla travagliata vicenda che attraversa il Tito Minniti. In più occasioni, il Comune è divenuto tramite essenziale tra il management aziendale, le rappresentanze sindacali e gli enti che costituiscono la Società. Il ripiano delle perdite, visto in questa logica, è un atto importante e necessario per evitare la chiusura della Società, salvaguardare i livelli occupazionali e mantenere una prospettiva di sviluppo per l’Aeroporto nell’ambito dell’interlocuzione aperta con Enac”. “Purtroppo – aggiungono i consiglieri di maggioranza – come ormai avviene sempre più di sovente, ci troviamo a registrare un atteggiamento assolutamente bipolare da parte dei soggetti politici che compongono l’opposizione a Palazzo San Giorgio. Usiamo il plurale non a caso, considerando che, nonostante i consiglieri siano quasi tutti transitati nelle file di Forza Italia, i loro atteggiamenti divergono totalmente rispetto alle scelte che lo stesso partito ha indicato in altri contesti istituzionali, come ad esempio l’Ente Provincia, che proprio sulla questione Aeroporto dello Stretto, assumono un significato non certo secondario. Non comprendiamo assolutamente dunque la scelta della minoranza comunale che, fuggendo di fronte al voto sul ripiano delle perdite Sogas, contrasta totalmente con gli intendimenti espressi dalla stessa parte politica alla Provincia, sottraendosi alle sue responsabilità istituzionali e scegliendo di fatto di opporsi al rilancio sperato dell’Aeroporto dello Stretto”.