Messina, salva la moglie e muore schiacciato da un trattore: la tragica fine di un agricoltore

Il 56enne di Motta d’Affermo ha capito che qualcosa stava andando storto quando il mezzo ha faticato a percorrere un tratto in salita: a quel punto, però, era troppo tardi. L’uomo ha avuto la prontezza di riflessi di salvare la vita alla consorte

ambulanza 6Una via di mezzo fra l’incidente domestico e la morte bianca: soltanto così si può descrivere il tragico epilogo della vita di Rosario Alfieri, agricoltore 56enne di Motta d’Affermo, venuto a mancare sabato scorso. L’uomo era a bordo del suo trattore, affiancato dalla moglie Angela, e stava percorrendo un terreno in salita. Il mezzo faticava ad ingranare ed Alfieri ha capito che la situazione sarebbe degenerata di lì a poco: a quel punto l’agricoltore ha avuto la prontezza di riflessi di spingere la moglie a terra e mentre questa rovinava sul terreno, registrando soltanto qualche contusione, il trattore – scivolando all’indietro, si è rivoltato su sé stesso, travolgendo il malcapitato conducente. Per lui non c’è stato più nulla da fare: a nulla è valso l’intervento del personale medico.