Capo d’Orlando, merce nociva in vendita: scatta il sequestro per un negozio cinese

I prodotti non rispettavano gli standard minimi imposti dall’UE e non avevano le etichette necessarie per la messa in commercio

guardia-di-finanzaAmmontano complessivamente a 50mila i prodotti sequestrati stamane dalle Fiamme Gialle di Capo d’Orlando presso un negozio cinese sito nella ridente realtà in provincia di Messina. Gli articoli, pronti per essere messi in vendita, non rispettavano gli standard minimi di garanzia prescritti dall’Unione Europea: i giocattoli, in particolare, erano costruiti e assemblati con materiali pericolosi, senza denominazione legale né indicazione del paese d’origine. Il sequestro è scattato immediatamente e i beni sottratti avrebbero un valore complessivo vicino ai 35mila euro.