Aeroporto dello Stretto, crack definitivo: “12 giorni di tempo, poi chiusura irreversibile”

Situazione drammatica per l’Aeroporto dello Stretto, il “Tito Minniti” di Reggio Calabria. Il Presidente della SoGas Carlo Porcino fissa un ultimatum in 12 giorni

Aeroporto_Reggio_Calabria

Massimo 12 giorni“: è l’estremo ultimatum lanciato a margine dell’ennesima seduta del Consiglio di Amministrazione dal Presidente della SoGAS Carlo Alberto Porcino per evitare la chiusura dell’Aeroporto dello Stretto, il “Tito Minniti” di Reggio Calabria. Una chiusura “che sarà irreversibile, in meno di un mese, comprotando la perdita dei presidi delle forze dell’ordine e coinvolgendo direttamente e indirettamente circa 300 lavoratori“.

Porcino ha spiegato che la situazione della SoGas è critica e che potrebbe portare i libri in tribunale: “se la società dovesse malauguratamente finire nelle maglie civilistiche che impongono la sua messa in liquidazione, l’Aeroporto chiuderà nel giro di poche settimane“.

Aeroporto dello Stretto: “siamo nei guai, ostaggio di 4 sindacati”. Stop ai voli già da mercoledì 7?