Reggina, nuovo comunicato degli Ultras: “Presenti per onorare orgoglio e tradizione che ci dovete ridare”

Reggina, nuovo comunicato degli Ultras pubblicato su facebook. Lo riportiamo integralmente

tifosi Reggina (1)Non solo in gradinata, dove sarà presente un nutrito gruppo di molti storici club ultras del tifo reggino uniti dietro un unico slogan, ma anche in Curva Sud saranno presenti alcuni tifosi perchè “questa curva non sarà mai morta”. Lo scrivono su facebook dopo il comunicato del 1° settembre in cui gli Ultras 1914 annunciavano il loro scioglimento. Riportiamo integralmente il comunicato di oggi:

“SIAMO PRONTI A QUALSIASI LOTTA, QUESTA CURVA NON SARA’ MAI MORTA ! Questo era uno striscione che campeggiava l’anno scorso in curva sud ed è da qui che bisogna ripartire da questa semplice frase che racchiude in se tutti i valori di mentalità e coerenza che negli anni passati hanno contraddistinto il centro del tifo organizzato a Reggio Calabria. Quest’anno però ci sono molte differenze rispetto agli anni passati, questo come tutti sanno è uno dei periodi più brutti per il calcio a Reggio Calabria come di conseguenza per il mondo ultras della nostra città, un periodo fatto di incertezze e dubbi legati all’identità di un nome, al colore di una maglia, ed anche alla stessa società e calciatori. In questo clima mai vissuto per la maggior parte di noi, l’unica cosa certa è l’amore per una squadra la “nostra squadra” la REGGINA! Quindi in questo anno di transizione e dubbi per tutti abbiamo deciso di tenere in piedi il movimento ultras da sempre presente in curva sud, in attesa del ritorno della nostra identità che più ci appartiene la REGGINA e dei VALORI che essa rappresenta per noi, continuando a presenziare, senza però sostenere direttamente con cori coreografie e quant’altro una squadra che non sentiamo del tutto nostra al momento… con questo volantino ribadiamo che ognuno è libero di fare ciò che vuole ma sempre e comunque a titolo personale. Oggi più che mai quello che ci preme di più e cercare di tenere viva la fiamma della passione di un movimento che a prescindere da presidenti società e calciatori sta vivendo un momento buio della storia amaranto! PRESENTI PER ONORARE ORGOGLIO E TRADIZIONE CHE CI DOVETE RIDARE“.