Reggina, Foti conferma: “il ripescaggio in B è possibile e vi spiego perché. Con gli australiani ci rivedremo”

Reggina, il Presidente Foti in TV conferma quanto anticipato nelle scorse ore

lillo foti reggina 03Ospite d’onore oggi da Gs Channel il Presidente della Reggina Lillo Foti, in studio con i colleghi Eugenio Marino e Michele Favano. Il patron amaranto ha confermato l’intenzione di concludere positivamente la trattativa con gli australiani: “adesso serve gente con nuove energie” – ha detto – e da parte mia c’è il desiderio di concludere un ciclo straordinario, durato 29 anni. Sono a pronto a salutare, diró un grazie immenso a tutti, la Reggina mi ha dato tante gratificazioni. E’ importante che non si crei una curiositá morbosa attorno a questa trattativa. Ci sarà presto un confronto con dei soggetti già incontrati in precedenza.  Sono ottimista, la cosa straordinaria è che si è ragionato in ottica futura con progetti e ambizioni. Mi auguro che tutto si possa risolvere in tempi brevi, in ogni caso ci sono anche opportunitá alternative che si stanno presentando“.

messina reggina 0-1 30 maggio (24)Sull’ipotesi ripescaggio in serie B di cui abbiamo già parlato stamattina, Foti in TV ha confermato: “è possibile, se si apre uno spiraglio noi ci faremo trovare pronti. Tutte le societá che vorranno chiedere il ripescaggio, secondo una possibile riforma prevista, dovrebbero presentare un pagamento di 1 milione di euro a fondo perduto. Se la trattativa per le quote societarie, come spero, andrá a buon fine, la Reggina potrebbe chiedere la serie B“.  

fotiDopo il trionfo di sabato al San Filippo, Foti vive una grande emozione e rivendica quanto fatto per il club: “i problemi si trascinano da tempo, non dimentichiamo che ho iscritto la squadra soltanto all’ultimo momento utile, con un grande sforzo. Abbiamo passato momenti difficili, la consapevolezza di essere a un bivio decisivo non è mai mancata. Con presunzione dico di aver dato tanto a questa società, le critiche le ho sempre accettate, cosi come riconosco gli errori commessi. Non tollero soltanto gli attacchi a livello personale. La nave di ritorno da Messina mi ha ricordato quella partita verso Torres tanti anni fa, la città in occasione di questo spareggio ha dimostrato attaccamento e senso di appartenenza. Tutte le fortune della Reggina in questi anni sono nate anche grazie alla vicinanza dei tifosi“.