Messina, retromarsh dei forestali: partono le procedure d’avviamento

I sindacati restano sul piede di guerra: “manteniamo lo stato d’agitazione dei lavoratori”

operai forestaliSono partite questa mattina le procedure per l’avviamento dei lavoratori forestali del servizio antincendio, così come chiesto dai sindacati Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil lo scorso venerdì. Nei prossimi giorni, negli uffici di collocamento della provincia, i lavoratori interessati potranno firmare per l’inizio dell’attività di lavoro stagionale.

Incredibilmente, però – affermano i segretari provinciali Calogero Cipriano, Giovanni Mastroeni e Salvatore Orlandosi partirà il 7 luglio, quasi un mese dopo la data prevista dalla legge. Uno slittamento che, a nostro avviso, serve alla Regione per risparmiare sui lavoratori. Piuttosto che tagliare sugli sprechi della politica si continua a penalizzare la sicurezza del territorio e dei lavoratori”.

La manifestazione prevista per domani mattina, presso la sede dell’Ispettorato Forestale di Messina, quindi, è stata sospesa. Rimane, però, lo stato di agitazione dei lavoratori e dei sindacati per il taglio deciso in Finanziaria regionale che comporterà la chiusura di circa 20 squadre, di alcuni punti vedetta, degli autisti e la riduzione dell’orario di intervento da 18 a 12 ore.

Tagli che – aggiungono – comporteranno grandissimi problemi in termini di sicurezza per i lavoratori ma anche per il territorio e le comunità messinesi e siciliane”.

A tal proposito, viene confermata invece la manifestazione regionale dei forestali siciliani programmata a Palermo – dalle segreterie regionali di Fai, Flai e Uila – per il prossimo 1 luglio alle ore 11.30 sotto la sede della Presidente della Regione Sicilia.