Immigrati: salvate 1000 persone nel Canale di Sicilia, un morto

Tra i 1000 immigrati soccorsi nel Canale di Sicilia, anche un cadavere

sbarco immigrati2Sono quasi mille i migranti salvati nella giornata di ieri dalla Guardia Costiera in tre differenti operazioni di soccorso“. E’ quanto si legge in una nota della Guardia costiera. “Le segnalazioni sono giunte nel primo pomeriggio di ieri alla Centrale Nazionale di Soccorso della Guardia Costiera tramite telefono satellitare. Le unita’ con migranti in difficolta’ si trovavano tutte in un tratto di mare a circa 30 miglia dalle coste libiche. In zona sono stati dirottati vari mercantili ed inviate Nave Fiorillo CP 904 e una motovedetta classe 300, entrambe della Guardia Costiera. Anche la Marina Militare ha partecipato alle operazioni di soccorso, raggiungendo uno dei barconi con il pattugliatore Orione, impegnato in vigilanza pesca, e prendendo a bordo 222 migranti, tra cui un cadavere, poi trasbordati sulle 2 unita’ della Guardia Costiera. Altri 235 migranti sono stati presi a bordo dal mercantile Cape Bon, con l’assistenza di Nave Fiorillo. L’unita’ sta dirigendo verso il porto di Augusta. L’ultimo barcone e’ stato soccorso da due mercantili, il City of Hamburg e il Maersk Regensburg, che hanno preso a bordo rispettivamente 93 e 429 migranti e dirigono ora verso Porto Empedocle“. A occuparsi dell’accoglienza gli operatori delle Misericordie d’Italia: “Sul porto di Lampedusa sono 221 le persone soccorse nelle prime ore del mattino, al largo dell’Isola, tra queste purtroppo anche un uomo cinquantenne, trovato morto dagli uomini della Guardia Costiera, che hanno effettuato il trasbordo dei migranti dal barcone. Al momento l’uomo si trova nella camera mortuaria del cimitero di Lampedusa”. “Due le donne incinte e diversi i bambini – prosegue la nota- circa una cinquantina i migranti affetti da scabbia che sono ora sottoposti al trattamento sanitario. Questi ultimi arrivi, provenienti prevalentemente da Siria ed Eritrea, si aggiungono alle 285 presenze dello sbarco avvenuto il giorno di Pasqua. Di quei migranti, solo 41 (di cui 8 minori non accompagnati) erano stati trasferiti martedi’ scorso ad Agrigento. Al momento tutti gli ospiti sono stati accompagnati presso il Cpsa di Lampedusa, dove riceveranno le cure adeguate, da parte degli operatori di Misericordia, che senza sosta seguono tutto l’iter dell’accoglienza, guidati dai principi d’azione del movimento, che guardano in primis all’attenzione nei confronti della persona e dei suoi bisogni. Questa mattina invece, in Puglia, sono sbarcati in 70 a Leuca. I migranti, provenienti da Siria, Somalia, Pakistan e Nord Africa, sono stati ospitati nel centro d’accoglienza “don Tonino Bello” della Misericordia di Otranto”.